“Mi hanno strappato la pelle del viso con più di 800 morsi. Pensavo di morire”: la terribile vicenda di una dogsitter di 22 anni

Jaqueline si occupa di cani da sette anni e il suo sogno, ancora adesso, è quello di diventare addestratrice, nonostante l'aggressione subita

MeteoWeb

Jaqueline Durand ha voluto mostrare il suo volto sfigurato per spiegare che non si ritiene una vittima ma un esempio: “I proprietari di cani devono conoscere i loro animali ed essere in grado di dare tutte le informazioni alle persone che se ne occupano“, ha dichiarato la giovane 22enne alla Cbs.

Due cani di cui si stava occupando in qualità di dogsitter, un pastore tedesco e un pitbull, si sono scagliati contro di lei aggredendola al volto con più di 800 morsi. La ragazza è sopravvissuta per miracolo, ma è rimasta completamente sfigurata. Così ha deciso, insieme al fidanzato, di raccontare alla Cbs tutto l’accaduto. L’attacco è avvenuto lo scorso dicembre a Coppell, un sobborgo di Dallas, in Texas: aveva appena aperto la porta della casa in cui vivono i due cani quando entrambi le sono saltati addosso, trascinandola fino in soggiorno e sbranandole il volto. Solo per un caso fortuito la porta d’ingresso era rimasta spalancata e i vicini hanno sentito le sue urla, lanciando subito l’allarme.

Quando i soccorritori sono arrivati sul posto la giovane si stava dissanguando ed era priva di sensi: “Pensavo di morire, sentivo la pelle penzolare dalla mia faccia“, ha raccontato. Dopo essere stata rianimata, Jaqueline è stata sottoposta ad un intervento chirurgico durato oltre sette ore e in seguito tenuta in coma farmacologico per una settimana. Ora, ha deciso di mostrare il suo volto sfigurato per sensibilizzare verso l’argomento: “I proprietari di cani devono conoscere i loro animali ed essere in grado di dare tutte le informazioni alle persone che se ne occupano”, ha detto alla Cbs riferendosi a chi come lei lavora come dogsitter. Jaqueline si occupa di cani da sette anni e il suo sogno, ancora adesso, è quello di diventare addestratrice.