In Abruzzo nasce la Contea Gentile: un mondo hobbit dove condividere la passione per Tolkien

Il sogno di un mondo hobbit sta diventando una realtà in Abruzzo dove Nicolas sta realizzando la Contea Gentile, uno spazio aperto agli appassionati di Tolkien per riviverne atmosfere ed eventi

MeteoWeb

Chi lo ha detto che i sogni non possono diventare realtà. Se c’è una storia che può sfatare questo falso mito è quella di Nicolas Gentile, un pasticcere abruzzese che, dopo anni passati a rileggere i libri di Tolkien e vagheggiare il mitico mondo creato dallo scrittore fantasy più amato del mondo, ha deciso che se la Contea degli hobbit non esisteva sarebbe stato lui a creare la Contea Gentile.

Il sogno hobbit di Nicolas Gentile

compagnia nicolas gentileNicolas Gentile, come si legge dal suo blog, ha passato anni a leggere e riguardare le avventure di Frodo e Bilbo Baggins, sentendo di appartenere ogni volta di più a quel mondo, a quella magia e alle storie ambientate nella Terra di Mezzo. Tuttavia, quest’immersione non era più sufficiente e guardandosi intorno ha realizzato che la Contea era già qui, in Italia, nelle sue città antiche, nei borghi, tra quei boschi e quelle montagne che certamente in passato videro cavalieri brandire spade, scudi e archi.

Ecco che nasce allora il progetto della Contea Gentile, un piccolo universo in cui vivere le avventure tanto desiderate e condividerle con tutti coloro nel cui cuore albergano gli stessi sentimenti che contraddistinguono i mezzuomini: gentilezza, semplicità e coraggio.

Nel 2018 viene quindi acquistato il terreno, a Bucchianico (Chieti), atto ad ospitare la Contea Gentile e viene subito reso quanto più possibile in linea con lo stile Hobbit, curando gli alberi esistenti e piantandone altri, posizionando staccionate e ponticelli per attraversare il piccolo ruscello che scorre ai piedi della collina.

Qui viene anche costruita una piccola casa hobbit, immersa nel verde e con la caratteristica porta rotonda. Utilizzata come punto d’informazione è diventata presto il centro di diversi eventi tematici. Lo scorso 2 settembre è arrivato il “Buon Compleanno Bilbo”, una festa di compleanno dove al cibo e alle bevande si sono uniti balli e giochi, tutti rigorosamente vestendo i panni degli hobbit e sposando lo spirito di questo popolo fantastico. Il 25, 26 e 27 marzo, invece, è stata l’occasione per l’evento della Giornata dei Nani “Bentornati a Casa”, tre giornate della Fiera della contea Gentile in cui artisti hanno esposto opere, menestrelli e bardi si sono esibiti insieme ad addestratori di animali e maestri d’arme che hanno organizzato combattimenti e corsi.

L’anello gettato nel Vesuvio

vesuvioNell’estate 2021, Nicolas, con lo scopo di promuovere la Contea Gentile e valorizzare il magnifico patrimonio storico e naturale delle nostre regioni, tanto belle e fantastiche quanto quelle descritte da Tolkien, ha rivissuto, insieme a un gruppo di 9 prodi avventurieri, il viaggio della Compagnia dell’Anello, percorrendo 300 chilometri e arrivando sino alla cima del Vesuvio per distruggere l’Unico Anello (che non è stato realmente gettato nel cratere per tutelare la natura del luogo).

Il gruppo ha dormito nel castello di Roccascalegna e in quello di Palena, ha “chiesto il permesso agli elfi” per fermarsi nella faggeta secolare più antica d’Europa, quella del Bosco di Sant’Antonio a Pescocostanzo, ha proseguito attraversando la Majella e l’Appennino Centrale fino al Molise per poi percorrere le antiche vie di Pompei e risalire sino al Vesuvio, che ha fatto le veci del Monte Fato.

La campagna di crowdfundig sostenuta dai “veri” hobbit

hobbit contea gentileQuesto viaggio epico fatto di rievocazioni e ricostruzioni sta appassionando migliaia di persone in tutto il mondo e promotori di questo attraversamento del confine tra realtà e fantasia si sono fatti anche gli attori della saga cinematografica firmata da Peter Jackson, che hanno prestato il volto al crowdfunding messo online per sostenere il progetto della Contea.

Elijah Wood, Sean Astin e Billy Boyd, interpreti sul grande schermo degli hobbit Frodo, Sam e Pipino hanno manifestato il loro sostegno per la Contea Gentile.
Elijah Wood ha detto: “Aiutate Nicolas a costruire la Contea. Sono andato sulla tua pagina Instagram e trovo incredibile quello che stai facendo. Adoro tutti i costumi e le foto che hai condiviso davanti al fuoco e con la pipa. Anche il design e la riprogettazione della Contea li trovo una replica perfetta, non vedo l’ora di vedere tutti i progressi e ti seguirò su Instagram. Semmai dovessi trovarmi tra i boschi delle tue parti, stai sicuro che mi piacerebbe visitare la tua Contea.“
Billy Boyd nel suo messaggio ha spiegato che: “Sono necessari molti lavori, anche se alcune cose buone sono state già fatte, quindi aiutate Nicolas a costruire la sua Contea in Italia, anche se ve lo dico in un italiano davvero terribile”.
Sean Astin ha rilanciato l’invito ad aiutare Nicolas a costruire la sua Contea, sottolineando: “So quello che stai costruendo ed è fantastico”.

I passaggi su tutti i media, anche internazionali, e la visibilità ottenuta attraverso i social di Nicolas, stanno regalando una notorietà inattesa al pasticcere abruzzese che sottolinea come il progetto, che spera di rendere operativo già dall’estate 2022, prevede la costruzione di una grande casa hobbit, con stanze per gli ospiti, saloni, sale da pranzo e spazi adibiti al gioco di ruolo a tema. Ma ci saranno anche altre case più piccole immerse tra i prati e i boschi, i caravan dei nani e non mancherà La Locanda del Drago Verde, in cui bere e far festa come solo gli hobbit sanno fare.

Dal suo blog Nicolas ci tiene però a sottolineare come il suo progetto non sia solamente quello di un villaggio turistico ma: “un balsamo per lo spirito e per i rapporti umani, quelli semplici e puri. Il vivere una vita da Hobbit, in fondo, non è altro che tornare a vivere con più lentezza e consapevolezza le giornate, dando valore allo stare insieme, al mangiare seduti tutti insieme a tavola, al raccontare storie davanti ad un fuoco, alla reciproca empatia e alla valorizzazione dei buoni sentimenti, oggi scambiati da molti come atteggiamenti di debolezza, o peggio, comportamenti fasulli. La magia risiede nelle piccole cose, e noi in questo crediamo fermamente”.