Emirates Aviation University, una prova con razzi ad acqua per trovare gli ingegneri del futuro

Quasi 100 futuri ingegneri provenienti da 12 scuole degli Emirati Arabi Uniti hanno accettato la sfida: una spinta a valorizzare le materie STEM

MeteoWeb

L’Emirates Aviation University (EAU) ha tenuto il suo 5° concorso annuale di razzi ad acqua, la Water Rocket Competition, in collaborazione con Boeing. Con il Campus EAU come sfondo, quasi 100 studenti di 12 scuole degli Emirati Arabi Uniti si sono riuniti per costruire dei razzi ad acqua durante lo speciale workshop dell’università.

Gli studenti, che hanno lavorato in gruppi di quattro, sono stati incaricati di progettare e costruire un razzo utilizzando materiali semplici e creando le condizioni per ottenere un’ottima aerodinamica, raggiungendo la massima distanza possibile con un lancio a 45 gradi.

Emirates Aviation University

A disposizione per creare i razzi, due ore di tempo e materiali come bottiglie di plastica, pompe a pedale, blocchi di argilla, nastro per cavi elettrici, sacchetti della spesa e fogli di plastica. Le squadre potevano alimentare i razzi usando solo la propulsione ad acqua e la pressione dell’aria e sono state incoraggiate a progettare e sperimentare ogive e alette.

Le squadre hanno avuto due tentativi a disposizione per testare la distanza più lunga che le loro creazioni potevano raggiungere. Dopo un’attenta riflessione, la giuria di EAU e Boeing ha selezionato la Our Own High School come vincitrice, la Al Maaref Private School come seconda classificata e la Delta English School in terza posizione.

Il dottor Ahmad Al Ali, vicecancelliere dell’Emirates Aviation University ha detto: “Siamo lieti di aver valorizzato anche questa volta i talenti dei futuri ingegneri e di averli messi alla prova con questo concorso per la quinta volta. Abbiamo avuto alcuni partecipanti straordinari quest’anno e ci congratuliamo con gli studenti per aver completato la Water Rocket Competition. Speriamo che siano ispirati a proseguire gli studi, per una carriera stimolante nel mondo dell’ingegneria. Ringraziamo anche Boeing per il loro sostegno e per aver reso questa sfida un successo ancora una volta“.

Kuljit Ghata-Aura, presidente della divisione Boeing Medio Oriente, Turchia e Africa (META), ha detto: “Le persone che lavorano per Boeing e i nostri prodotti hanno permesso negli ultimi 50 anni di fare passi da gigante nell’esplorazione dello spazio. È stato quindi stimolante vedere la creatività e l’immaginazione di questi giovani ingegneri. Ringraziamo la Emirates Aviation University per questa importante partnership, che mette in luce la centralità dell’educazione STEM e ci congratuliamo con le squadre vincitrici“.

Operando sul principio della terza legge del moto di Newton, la creazione di un razzo ad acqua mira a preparare tutti i futuri ingegneri aeronautici che vogliono iscriversi a uno dei numerosi programmi di ingegneria e aviazione dell’Emirates Aviation University (EAU).