Progetto IMPROVE: due network school in Islanda e in Italia dedicate a giovani vulcanologi

Le network school si terranno presso il vulcano Krafla, in Islanda, e all’Etna in Italia

MeteoWeb

Aperte le iscrizioni per partecipare alle network school dedicate a giovani vulcanologi che si terranno presso il vulcano Krafla, in Islanda, e all’Etna in Italia.
Le attività rientrano nell’ambito del progetto MSCA-ETN IMPROVE (Innovative Multi-Discipline European Research training network on VolcanoEs) finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Quadro Horizon 2020. In dettaglio, si tratta di una Marie Curie network di cui l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) è coordinatore, che comprende nove partner accademici e tre partner industriali, provenienti da sette paesi europei.

“MSCA-ETN IMPROVE”, spiega Paolo Papale, vulcanologo dell’INGV e coordinatore del progetto, “mira a formare la nuova generazione di vulcanologi, con ampie panoramiche e competenze di alto livello, al fine di convertire le loro conoscenze, idee e abilità in progressi scientifici, mantenendo forti legami con il mondo industriale e considerando le ricadute sociali. In particolare, l’obiettivo del progetto è l’alta formazione di quindici giovani ricercatori sui temi e metodi della vulcanologia quantitativa”.

Le due aree vulcaniche che ospiteranno queste prime due scuole di IMPROVE”, aggiunge Papale, “forniscono casi ideali per l’avanzamento scientifico e la formazione attraverso la ricerca sul campo: l’Etna, in Sicilia, è uno dei vulcani più monitorati al mondo è il luogo ideale per ampliare la comprensione della dinamica dei vulcani attivi, mentre la caldera del vulcano Krafla, in Islanda, è sede di un grande sistema di circolazione geotermica ampiamente sfruttato per la produzione di energia, e di un’intrusione magmatica poco profonda che sta catalizzando ricerche rivoluzionarie da tutto il mondo”.

Le scuole sono rivolte a ricercatori PhD e studenti Post-PhD.