Previsioni Meteo: bassa pressione sull’Italia, violenti temporali e calo delle temperature

Previsioni Meteo: i fenomeni saranno estesi un po' a tutto il territorio, ma localmente forti sulla Sardegna, con altri accumuli fino a oltre 100 mm e rischio di qualche dissesto. I dettagli fino alla mezzanotte prossima

MeteoWeb

L’affondo depressionario nord-atlantico che ha fatto ingresso nella giornata di ieri sul Mediterraneo centro-occidentale, ha già prodotto nubi e piogge diffuse al Centro Nord, di più sul Piemonte occidentale, localmente sull’Ovest e Sudest della Lombardia, anche sul Veneto centro-meridionale e sul Centro Nord della Toscana. Piogge diffuse nella giornata di ieri anche sul Centro Nord della Sardegna, dove sono andate intensificandosi nel corso delle ore notturne, e qualche pioggia sparsa tra Nord Lazio, Umbria e Marche. Tempo ancora asciutto, ieri, sul resto del Centro Sud, localmente anche sull’estremo Nordest. Nella notte, tuttavia, l’azione depressionaria è andata ulteriormente approfondendosi sui mari medio-bassi italiani al punto da convogliare aria umida in maniera più estesa verso gran parte del territorio e con arrivo di locali nubi e piogge anche al Sud.

In queste ore mattutine, uno fronte occluso più significativo sta agendo sulla Sardegna settentrionale, con rovesci e temporali diffusi, localmente anche forti tra il Nord Oristanese, il Sassarese, poi su Olbia Tempio, localmente sul Nord Nuorese. Altri fronti un po’ più sfrangiati stanno riguardando i settori ionici e adriatici un po’ tutti, anche il Centro Nord Appennino e le regioni settentrionali, soprattutto le aree pianeggianti, e l’Emilia-Romagna, con altri rovesci e temporali diffusi. Locali rovesci anche sul Friuli-Venezia Giulia, nubi ma tempo più asciutto sul resto dei settori, anche con locali schiarite sulle aree centro-meridionali tirreniche, sul Sud della Calabria, sul Nord della Sicilia e sulla Sardegna orientale, tra Nord Cagliaritano e Ogliastra. Per il resto della giornata, nubi e piogge diffuse continueranno a interessare le regioni centro-settentrionali, di più le aree appenniniche tra Lazio, Umbria, Molise, anche quelle interne marchigiane; rovesci e temporali diffusi sulla Toscana, soprattutto centro-meridionale, sul Nord Lazio, poi sul Nord Appennino, tra i rilievi emiliano-romagnoli e toscani, diffusamente sul resto dell’Emilia-Romagna centro-meridionale e piogge e temporali diffusi, anche forti ancora sul Piemonte, soprattutto centro-meridionale e sul Cuneense.

Attenzione sulla Sardegna settentrionale, in particolare tra l’estremo Nord Nuorese e i settori interni di Olbia Tempio, per possibili fenomeni forti o violenti e accumuli di altri 100 mm, oltre a quelli abbondanti già accaduti, entro la mezzanotte e con rischio di locali dissesti per accumuli complessivi, nelle 24/36 ore, oltre i 150 mm. Rovesci e temporali più forti sono attesi anche sulla Campania settentrionale, soprattutto sull’area Matese, rovesci e temporali forti sul medio basso Tirreno in mare e localmente sulla Sicilia, in serata fenomeni forti anche sulla Calabria centro-meridionale, soprattutto settore ionico-appenninico del Reggino. Fenomeni più deboli e più  irregolari sul resto del paese. Da evidenziare un calo termico progressivo un po’ su tutto il paese, più apprezzabile sulle isole maggiori e localmente sul medio Adriatico. Le temperature massime saranno mediamente comprese tra +13 e +22/+23°C sulle aree pianeggianti, localmente valori sui +24/+25° tra il medio basso Tirreno, la Calabria e il Sud in genere, qui qualche punta anche oltre. Infine, uno sguardo ai venti, attesi in rotazione ciclonica intorno a un minimo a Est/Sudest della Sardegna, mediamente moderati o forti, in qualche caso anche molto forti da Ovest/Nordovest sul Mare di Sardegna largo e sul Canale di Sardegna.