Archeologia, scheletro umano ritrovato in Toscana: è un’antica sepoltura

"Il ritrovamento dello scheletro umano, dei tanti frammenti di ceramica di epoca almeno tardo antica e l’estensione del sito fanno intuire la presenza di una struttura monumentale”

MeteoWeb

A Barberino Tavarnelle, in provincia di Firenze, è stata trovata una sepoltura contenente uno scheletro umano. Secondo i ricercatori si tratta della traccia di vita più antica del sito archeologico. Un team di archeologi impegnato nello scavo nella frazione di Tavarnelle Val di Pesa, aperto da qualche settimana, ha portato a termine la scoperta. L’attività, si legge in una nota, fa parte del terzo anno della campagna di scavi, promossa e finanziata dal Comune nell’area adiacente alla Pieve di San Pietro in Bossolo.

La sepoltura – spiega l’archeologa Chiara Marcotullidimostra di essere, stratigraficamente, precedente ad alcuni dei setti murari messi in luce già dai primi anni e potrebbe, quindi, essere fra le tracce di vita più antiche di questo sito. Al punto in cui siamo, non è ancora possibile definire sesso ed età, al momento della morte, di questo nostro antenato, perché le ossa dovranno essere studiate con estrema attenzione in laboratorio“.

Per il sindaco David Baroncelliil ritrovamento dello scheletro umano è un elemento di grande interesse di questa terza sessione di scavi ma non è l’unico. La campagna sta dando ottimi risultati, a partire dall’estensione del sito, della struttura di cui proprio alcuni giorni fa è venuto alla luce un nuovo segmento murario attraverso l’indagine stratigrafica che fa intuire la monumentalità dell’edificio posto in quest’area della campagna di Tavarnelle Val di Pesa“.