Crisi energetica e auto elettriche: anche Enel X Way aumenta le tariffe a consumo

A causa dell'aumento dei costi energetici, Enel X Way applicherà "nuovi prezzi per le ricariche DC a partire dall'8 ottobre"

MeteoWeb

Dopo Tesla, anche Enel X Way è costretta a modificare i propri piani tariffari a causa dell’aumento dei costi energetici. Enel X Way è tra i maggiori operatori italiani nel campo dei servizi per la ricarica delle auto elettriche. I cambiamenti annunciati si limiteranno alla fornitura di elettricità in corrente continua (dunque ai connettori fast). Nessuna variazione, invece, per gli abbonamenti e le tariffe in caso di utilizzo di colonnine a corrente alternata.

L’avviso dell’azienda

La comunicazione della variazione delle tariffe è arrivata con un avviso dell’azienda del gruppo Enel alla clientela: “lavoriamo ogni giorno per sostenere la mobilità elettrica attraverso soluzioni flessibili, innovative e sostenibili. Per questo, malgrado il continuo aumento dei costi dell’energia, Enel X Way ha deciso di mantenere invariati i prezzi dei propri abbonamenti e della tariffa Pay per Use in AC (corrente alternata, ndr). Verranno invece applicati nuovi prezzi per le ricariche DC (corrente continua) a partire dall’8 ottobre”.  

Le tariffe

Rimane, dunque, invariata la tariffa di 0,58 euro/kWh in caso di utilizzo di prese lente a corrente alternata, mentre sale da 0,68 a 0,89 euro per i connettori fast fino a 150 kW. Per l’uso di punti di ricarica ultra fast (sopra i 150 kW) si continuerà a pagare 0,99 euro (già aumentati nei mesi scorsi, rispetto ai 0,79 euro comunicati a febbraio). Come detto, nessuna variazione per gli abbonamenti: si continuerà a pagare 25 euro al mese con il piano Small (soglia di 70 kWh) e 45 con il Large (fino a 145 kWh).

Energia, le tariffe dei Supercharger Tesla aumentano in tutta Europa