“Scatto di crescita” nell’estensione del ghiaccio marino dell’Antartide | DATI

"Nel complesso, lo scioglimento dell'Antartide è rimasto vicino alla media dell'anno": l'NSIDC evidenzia un "recente scatto di crescita" nell'estensione del ghiaccio marino

MeteoWeb

“L’estensione del ghiaccio marino antartico si sta avvicinando al massimo stagionale. Mentre l’estensione si stava muovendo su livelli record o prossimi ai minimi storici dall’inizio di giugno, c’è stato un recente scatto di crescita e l’estensione ha raggiunto il decimo percentile per questo periodo dell’anno, ancora ben al di sotto della media ma non più vicino al massimo record più basso”, ha evidenziato il 20 settembre il National Snow & Ice Data Center (NSIDC).  

L’estensione del ghiaccio marino antartico per il 19 settembre 2022, infatti, era di 18,14 milioni di chilometri quadrati (era di 18,42 milioni di chilometri quadrati il 19 settembre 2021). 

estensione ghiaccio antartide settembre 2022
Fonte: NSIDC

Scioglimento di fine estate in Antartide 

“Le mappe e i grafici finali per la stagione di scioglimento dal 2021 al 2022 in Antartide sembrano molto simili ai totali di scioglimento mostrati nel nostro precedente post di fine febbraio, ma sono degni di nota due eventi di scioglimento di fine stagione. Intorno al 2-3 marzo, si è verificato un forte evento di scioglimento lungo la costa di Amundsen, comprese alcune aree di Pine Island e Abbott Ice Shelf”, spiega l’NSIDC. 

“Poi, a metà marzo, un potente evento di fiume atmosferico ha spinto aria calda e umidità sulla costa di Wilkes Land e fino all’altopiano antartico orientale, portando condizioni di scioglimento estese sulla costa e record sbalorditivi di alta temperatura in diverse stazioni ad alta quota nell’entroterra. Sia Dome Concordia, la stazione di ricerca dell’altopiano antartico europeo, sia la Stazione Vostok, la base russa a 3.500 metri di altitudine, hanno infranto i record di temperature massime di marzo di 10°C o più”, continua l’NSIDC 

Nel complesso, tuttavia, lo scioglimento dell’Antartide è rimasto vicino alla media dell’anno, con solo la regione della piattaforma glaciale Larsen e la piattaforma glaciale del Rio Baudoin che hanno mostrato un forte scioglimento al di sopra della media a lungo termine. Nonostante l’evento tardivo, l’Abbott Ice Shelf è stata una delle aree di fusione al di sotto della media, così come la regione di Ross Embayment con uno scioglimento vicino allo zero per l’estate”, viene spiegato. 

Forti nevicate in Antartide per il 2021 e il 2022 

Le nevicate sopra la media degli ultimi due anni nel continente meridionale possono eguagliare o superare la quantità di perdita di ghiaccio dovuta all’eccesso di deflusso dai ghiacciai e allo scioglimento stagionale. Negli ultimi anni, le nevicate sono aumentate su alcune aree costiere dell’Antartide, ma il 2021 e il 2022 hanno avuto un apporto di neve eccezionalmente elevato. L’aumento del flusso d’aria da nord a Queen Maud Land e Wilkes Land ha aumentato l’aria calda e umida, provocando forti nevicate“, spiega l’NSIDC. 

Il ghiaccio marino Artico ha raggiunto l’estensione minima il 18 settembre | VIDEO