La Nigeria affronta le peggiori inondazioni degli ultimi anni | FOTO

Le inondazioni in 27 dei 36 stati della Nigeria e nella capitale hanno colpito mezzo milione di persone

/
MeteoWeb

La Nigeria sta affrontando le sue peggiori inondazioni in un decennio con oltre 300 persone uccise nel 2022, di cui almeno 20 questa settimana, mentre le autorità affermano che la situazione è “fuori dal nostro controllo”.  

Le inondazioni in 27 dei 36 stati della Nigeria e nella capitale hanno colpito mezzo milione di persone, tra cui 100.000 sfollati e oltre 500 feriti, ha affermato l’Agenzia nazionale per la gestione delle emergenze della Nigeria. Dal 2012, il numero di decessi legati alle inondazioni “è il più alto che abbiamo mai avuto“, ha affermato Manzo Ezekiel, portavoce dell’agenzia di gestione dei disastri. 

Il disastro ha anche distrutto migliaia di ettari di terreni agricoli, aggravando i timori di un’interruzione dell’approvvigionamento alimentare nel Paese più popoloso dell’Africa.   

La Nigeria subisce inondazioni ogni anno, spesso a causa della mancata attuazione delle linee guida ambientali e delle infrastrutture inadeguate. Le autorità attribuiscono la colpa delle inondazioni di quest’anno allo straripamento dell’acqua dai fiumi locali, alle piogge insolite e al rilascio di acqua in eccesso dalla diga di Lagdo nella vicina regione settentrionale del Camerun.  

La Nigeria Hydrological Services Agency ha previsto più inondazioni nel 2022 rispetto allo scorso anno a causa di “piogge eccessive e contributi da flussi esterni” come la diga in Camerun.  

Lunedì 19 settembre, l’agenzia nigeriana per la gestione dei disastri ha allertato più di una dozzina di stati di “gravi conseguenze” nelle prossime settimane quando due delle dighe del Paese hanno iniziato a traboccare. “Voglio consigliare a tutti i governi degli stati in prima linea di allontanare le comunità a rischio di inondazione, identificare terreni più alti sicuri per l’evacuazione delle persone e preparare scorte adeguate di generi alimentari e non”, ha affermato Mustapha Habib Ahmed, capo dell’Agenzia nazionale per la gestione delle emergenze della Nigeria.  

Nello stato di Jigawa nord-occidentale, le inondazioni hanno ucciso più di 20 persone nell’ultima settimana, ha detto all’AP Yusuf Sani Babura, capo dell’Agenzia statale per la gestione delle emergenze di Jigawa. Lo stato ha registrato 91 morti per inondazioni quest’anno, più di qualsiasi altro stato del Paese. “Stiamo affrontando inondazioni devastanti al di fuori del nostro controllo”, ha affermato Babura. “Abbiamo fatto del nostro meglio e non siamo riusciti a fermarlo”.  

Le inondazioni hanno anche distrutto i raccolti, principalmente nella regione settentrionale della Nigeria, che produce gran parte di ciò che mangia il Paese, sollevando preoccupazioni sul fatto che potrebbero ulteriormente influenzare le forniture alimentari già interrotte dal conflitto armato nelle regioni nord-occidentali e centrali del Paese.