Lo shock termico di oggi provocato dal Jet Stream: è la rivincita del freddo, che adesso durerà

Meteo, la situazione e le previsioni in Italia: l'irruzione fredda di oggi è molto intensa e durerà a lungo. Il punto

MeteoWeb

L’Italia sta vivendo un vero e proprio shock termico in queste ore: è l’attesa svolta stagionale tra l’estate e l’autunno, anche se oggi le temperature stanno crollando fino a 10°C sotto le medie del periodo portandosi su valori tipicamente invernali. Clamoroso il caso di Pescara, che stamani aveva raggiunto i +31°C e adesso è piombata addirittura a +15°C in pieno giorno sulla costa abruzzese, una temperatura degna di gennaio. Abbiamo già visto il clamoroso record freddo registrato oggi sul Monte Rosa, ma è impressionante come all’improvviso al Centro/Nord oggi la popolazione si sia dovuta affrettare a rispolverare felpe, maglioni e altri indumenti tipici del semestre freddo dopo il caldo tipicamente estivo avuto fino a poche ore fa.

Questo shock termico, ampiamente annunciato dalle nostre previsioni meteo dei giorni scorsi, è dovuto all’ondulazione del Jet Stream che sta dirottando aria fredda direttamente dal Polo Nord al cuore dell’Europa, tra Italia e Balcani. Straordinariamente bello ed illuminante il video che mostra il movimento delle masse d’aria che piombano rapidamente dal Circolo Polare Artico fino a casa nostra:

Il Jet Stream guida l’aria fredda dal Polo Nord al cuore d’Europa | VIDEO

Il meteorologo britannico Scott Duncan ha evidenziato con un’immagine quanto sia “impressionante” quest’ondata di freddo per l’Europa dopo l’inizio record di settembre in termini di caldo: “qualche giorno fa abbiamo raggiunto i +40°C in Francia e adesso nevica sotto i 1.500 metri sulle Alpi“:

Per quanto riguarda l’Italia, invece, come possiamo invece vedere dalla mappa principale a corredo dell’articolo, non c’è nulla da sorprendersi del fatto che faccia ancora caldo all’estremo Sud, in Puglia, Calabria e soprattutto Sicilia, dove fino a stasera le temperature rimarranno ancora elevate, persino superiori alle medie del periodo. Basti pensare che oggi Catania ha raggiunto addirittura i +37°C, un valore elevatissimo per il periodo, mentre a Palermo, Bari, Messina, Reggio Calabria e Lecce la colonnina di mercurio segna ancora +29°C mentre scriviamo.  Il fronte freddo sfonderà al Sud soltanto nella prossima notte, facendo crollare le temperature anche nell’estremità più meridionale del Paese eccezion fatta per la Sicilia meridionale che non verrà raggiunta facilmente da questo freddo e tra Agrigento e Siracusa dovrà limitarsi ad una rinfrescata.

Attenzione, però, che questo freddo anomalo non è passeggero: le temperature rimarranno così basse, tra 4 e 10°C inferiori rispetto alle medie del periodo, per tutta la settimana entrante con qualche oscillazione più mite soltanto in Sicilia e Sardegna. Nel resto del Paese continuerà a fare freddo, più intenso al Nord/Est e nelle Regioni Adriatiche, compensando così completamente le anomalie termiche positive che avevamo avuto nella prima parte del mese.

Insomma, l’autunno è arrivato davvero. E arriva proprio in concomitanza con l’Equinozio, che quest’anno scoccherà il 23 settembre. Per monitorare nel modo migliore possibile la situazione meteo in tempo reale, di seguito forniamo un elenco delle pagine con tutte le informazioni utili per seguire il nowcasting meteorologico minuto per minuto: