Miracolo in Indonesia: bambino di 6 anni estratto vivo dalle macerie 48 ore dopo il terremoto

Il piccolo ha trascorso 2 giorni intrappolato sotto i detriti senza cibo né acqua, e il salvataggio è stato definito "miracoloso"

MeteoWeb

Miracolo in Indonesia, a 48 ore dal terremoto che ha devastato l’area di Cianjur, sull’isola di Giava. Un bambino di 6 anni è stato estratto vivo dalle macerie dopo avere trascorso due giorni intrappolato sotto i detriti senza cibo né acqua, in un salvataggio definito “miracoloso” dai soccorritori. Il drammatico salvataggio ha riacceso le speranze di ritrovamento dei numerosi dispersi, dopo la forte scossa che ha colpito il Paese lo scorso lunedì, uccidendo almeno 271 persone. “Quando ci siamo resi conto che Azka era vivo, tutti siamo scoppiati a piangere,” ha raccontato all’AFP il volontario locale di 28 anni Jeksen. “È stato molto commovente, sembrava un miracolo“.

La madre del piccolo è morta nel terremoto e il suo corpo è stato ritrovato poche ore prima del suo salvataggio, ha riferito un volontario. Il bimbo è stato poi ritrovato accanto alla nonna morta, ha spiegato Jeksen. A salvarlo solo un muro che reggeva un altro muro crollato. “E’ stato trovato sul lato sinistro della casa, su un letto. Era protetto da un cuscino e c’era uno spazio di 10 cm tra lui e la lastra di cemento,” ha proseguito Jeksen. “Uno spazio così stretto, era buio, caldo e non c’era abbastanza spazio per l’aria“. “Non ci aspettavamo che fosse ancora vivo dopo 48 ore, se lo avessimo saputo avremmo provato di più la sera prima“. “Per tutti gli anni da quando sono diventato volontario, non ho mai visto niente del genere. Come fai a non piangere?“.