Altra frana a Ischia: case a rischio a Lacco Ameno | VIDEO

Franato un costone che costeggia la via Provinciale Fango a Lacco Ameno, sull'isola di Ischia: cinque case sono a rischio

VIDEO
Ischia, altra frana a Lacco Ameno
MeteoWeb

Mentre è in corso l’evacuazione delle zone rosse di Casamicciola, sull’isola di Ischia, a Lacco Ameno uno smottamento mette a rischio 5 case. In serata, i Vigili del Fuoco sono intervenuti in via Provinciale Fango, la strada che collega la parte costiera del comune lacchese con quella collinare, dove è franato un costone che costeggia la sede stradale. Sul posto anche la Polizia municipale ed operai del comune; a breve si deciderà se la zona è sicura oppure bisognerà far sgomberare i residenti nelle 5 abitazioni che si trovano sopra il costone. 

Continua l’evacuazione a Casamicciola 

Il piano di allontanamento dei cittadini di Casamicciola Terme dalle aree rosse è stato avviato poco dopo le ore 16, quando è scattata l’allerta meteo diramata dalla Protezione Civile. Le operazioni, sottolinea il Commissariato emergenza Casamicciola, stanno proseguendo, nonostante le difficoltà legate alla situazione di emergenza presenti sull’isola.  

Con le navette messe a disposizione dal Commissario prefettizio del Comune di Casamicciola, Simonetta Calcaterra, i cittadini residenti nell’area rossa, che non hanno provveduto autonomamente a trovare ospitalità in altre abitazioni o presso parenti o amici, sono stati trasportati al centro di raccolta predisposto presso il Palazzetto dello Sport del Comune di Ischia. Da qui, i cittadini, sono stati poi condotti nelle strutture alberghiere e ricettive, dove resteranno fino alla revoca dello stato di allerta. I soggetti fragili, invece, con priorità sono stati accompagnati direttamente presso gli alberghi, con le ambulanze ove necessario.  

Finora sono state impegnate circa 20 navette impiegate in 8 piazze delle aree rosse che stanno svolgendo regolarmente il servizio di trasporto previsto. Le strutture alberghiere e ricettive che ospiteranno i cittadini sono una ventina, ma il numero potrebbe ulteriormente aumentare. Gli operatori della Protezione Civile trascorreranno la notte nella nave San Giorgio della Marina Militare ormeggiata nelle acque antistanti il porto di Casamicciola.  

Per diversi abitanti dell’isola da sfollare la paura è quella che non possano più tornare alle loro case, che l’evacuazione sia definitiva e per questo stanotte non andranno via. Per altri, invece, il rischio può essere quello dello sciacallaggio ai danni delle abitazioni lasciate incustodite in tutta fretta ma su questo, rassicura il capitano dei Carabinieri Laganà, vigileranno oltre alle altre forze dell’ordine 25 militi della compagnia di Ischia.  

Ischia: si aggravano le condizioni del superstite ricoverato  

Peggiorano le condizioni del più grave dei 5 feriti nella frana di Casamicciola Terme. G.M., 64 anni, ricoverato dopo essere stato salvato proprio nella mattina di quella giornata, era stato subito trasferito da Ischia al Cardarelli di Napoli. Aveva un grave schiacciamento toracico, oltre a fratture agli arti, ed era stato sommerso a lungo dal fango.  

Oggi il bollettino dell’ospedale comunica il permanere della prognosi riservata. “La grave problematica respiratoria intervenuta a seguito dell’inalazione di fanghi e acqua da parte del superstite appare permanere – scrivono i medici – nelle ultime ore la situazione non è evoluta positivamente ma, viceversa, si è presentata con maggiore complessità. Il nuovo quadro clinico ha indotto i sanitari del Cardarelli a trasferire il paziente dal reparto Trauma Center, deputato alla prima gestione dei traumatizzati nella fase critica, alla terapia intensiva del Dipartimento di Emergenza”.