Covid, ECDC: “contro Kraken valutare mascherine e telelavoro”

L'agenzia raccomanda di "mantenere o potenziare livelli adeguati di test e sequenziamento di SARS-CoV-2"
MeteoWeb

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) valuta il livello complessivo di rischio per l’Ue/Spazio economico europeo associato alla diffusione della variante “Kraken” di SARS-CoV-2, sottolignaggio Omicron XBB.1.5, come “basso per la popolazione generale“. Il rischio viene classificato “da moderato ad alto per le persone vulnerabili come gli anziani e le persone non vaccinate e immunocompromesse“, a seconda del loro livello di immunità: è quanto emerge dal “Threat Assessment Brief” pubblicato oggi. “Esistono diverse lacune di conoscenza su XBB.1.5 e questa valutazione potrebbe cambiare nelle prossime settimane man mano che saranno disponibili ulteriori evidenze,” si spiega.

Contro il rischio associato alla sottovariante XBB.1.5 di SARS-CoV-2, più nota come “Kraken“, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) suggerisce, tra altre cose, di “prendere in considerazione interventi limitati nel tempo e non farmacologici come restare a casa in caso di malattia, telelavoro, uso appropriato di mascherine e buona ventilazione degli spazi interni“: lo si legge in un documento pubblicato dall’ECDC sul rischio associato al sottolignaggio Omicron.

L’agenzia raccomanda inoltre di “mantenere o potenziare livelli adeguati di test e sequenziamento di SARS-CoV-2, secondo le soglie target indicate dalle linee guida ECDC/OMS“, con una “condivisione tempestiva dei dati; mettere in campo adeguate attività di comunicazione del rischio, rivolte agli operatori sanitari e al pubblico, comprese informazioni sulle opzioni terapeutiche; migliorare l’aderenza tempestiva alla vaccinazione COVID-19, incluse le dosi di ciclo primario e di richiamo, secondo le linee guida nazionali; seguire le linee guida appropriate per la prevenzione e il controllo delle infezioni nelle strutture sanitarie“.

Condividi