Le prime immagini satellitari del mastodontico iceberg formatosi in Antartide

L'iceberg Chasm1, la cui prima immagine è stata acquisita dal satellite il 24 gennaio, è grande oltre 15 volte la città di Parigi

MeteoWeb

Dal satellite giungono le prime immagini dell’enorme iceberg che si è staccato domenica 22 gennaio dall’Antartide. Il mastodontico blocco di ghiaccio è grande più di 15 volte la città di Parigi, come hanno reso noto oggi gli scienziati britannici. In questo caso, però, secondo il British Antarctic Survey (BAS) il cambiamento climatico non c’entra. Anche se il riscaldamento globale rende comunque molto fragile la region.

L’immagine in alto mostra la prima vista ingrandita, scattata da Sentinel3, dell’iceberg Chasm1, acquisita il 24 gennaio, due giorni dopo la sua formazione. Il blocco di ghiaccio, che è di 1.550 chilometri quadrati, si è staccato dalla banchisa domenica tra le 20 e le 21 ora italiana. Il tutto è avvenuto durante un’alta marea di ampiezza tale da riuscire ad allargare una fessura esistente sul ghiaccio.

L’enorme iceberg si è staccato dalla piattaforma di ghiaccio Brunt

Il grande iceberg si è staccato dalla piattaforma di ghiaccio dell’Antartide, vicino a una stazione di ricerca. Secondo i ricercatori del BAS la formazione di questo nuovo iceberg è un evento naturale chiamato ‘calving‘ e non è direttamente legato al cambiamento climatico.

L’iceberg si è staccato dalla piattaforma di ghiaccio ‘Brunt‘, spessa 150 metri, un decennio dopo che gli scienziati avevano individuato per la prima volta delle grandi crepe sulla piattaforma. Secondo Dominic Hodgson del British Antarctic Survey, questo evento era previsto e fa parte del normale comportamento della piattaforma Brunt. Due anni fa, un iceberg di dimensioni simili si era formato nella stessa area, nota come Barriera di Brunt, dove si trova la base di ricerca Halley VI.

L’immagine prima del distacco

Nell’immagine in calce all’articolo, pubblicata qualche mese fa dal ricercatore Iban Ameztoy, è possibile vedere l’ultima area rimasta ancora attaccata, prima del distacco dell’iceberg che, secondo l’esperto, presene un’area stimata di 1640 km², ovvero “le dimensioni della Grande Londra“. L’immagine, acquisita da Copernicus Sentienl2 nel settembre 2022, faceva parte della serie “White Collection“.

iceberg Antartide