Nuova fase di maltempo al via domani: i bollettini meteo della Protezione Civile per 25 e 26 gennaio

Dal 25 gennaio, inizierà una nuova fase di maltempo sull'Italia; interessato per primo l'estremo Sud: i bollettini meteo della Protezione Civile per 25 e 26 gennaio

MeteoWeb

Una nuova fase di maltempo prenderà il via domani, mercoledì 25 gennaio, sull’Italia. Interesserà principalmente l’estremo Sud, specie Sardegna, Sicilia e Calabria, anche se i temporali più forti avverranno in mare, tra Ionio e Tirreno. Continueranno anche le nevicate tra Piemonte ed Emilia Romagna, al Centro e sulle due isole maggiori.

La conferma del maltempo di domani arriva dai consueti bollettini meteo della Protezione Civile, che non ha valutato di diramare l’allerta meteo nazionale.

 

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale per il 25 gennaio 2023

bollettino meteo protezione civile 25 gennaio

Precipitazioni: 

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sardegna orientale, con quantitativi cumulati moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia occidentale, meridionale ed orientale, su Calabria meridionale e ionica centro-settentrionale, su Basilicata ionica e Puglia centro-meridionale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati;

– isolate, anche a carattere di rovescio o temporale, su Piemonte meridionale, Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, restanti zone di Puglia, Sardegna e Sicilia, con quantitativi cumulati generalmente deboli.

Nevicate: al di sopra dei 400-600 m su Piemonte ed Emilia-Romagna, con apporti al suolo da deboli a moderati; al di sopra degli 800-1000 m su Marche, Abruzzo, Sardegna e Sicilia, con apporti al suolo generalmente deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni significative.

Venti: da forti a burrasca settentrionali su Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Sardegna; localmente forti: nord-orientali su Marche ed Umbria, meridionali sulla Puglia.

Mari: molto mossi il Mar Ligure settore di Ponente al largo, il Tirreno centrale, il Tirreno meridionale settore Est e il Mar di Sardegna; tendenti a molto mossi il Canale d’Otranto e lo Ionio settentrionale.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale per il 26 gennaio 2023

bollettino meteo protezione civile 26 gennaio

Precipitazioni: 

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su settori appenninici e meridionali delle Marche, versanti orientali di Abruzzo e Molise, Puglia, Campania orientale, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, con quantitativi cumulati puntualmente moderati sui settori ionici di Sicilia nord-orientale, Calabria meridionale e settentrionale e Basilicata e sulla Puglia meridionale, generalmente deboli sulle restanti zone;

– da isolate a sparse, in esaurimento dopo metà giornata, su Piemonte centro-meridionale, settori pianeggianti e prealpini della Lombardia, Trentino, settori alpini e prealpini del Veneto e sul Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: in abbassamento fino ai 500-700 m su Abruzzo, Molise, Puglia Basilicata e Campania, con apporti al suolo generalmente deboli, moderati alle quote più alte; al di sopra degli 800-1000 m su Calabria e Sicilia, con apporti al suolo generalmente deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni significative.

Venti: da forti a burrasca settentrionali su Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Sardegna; localmente forti: nord-orientali su Marche, Umbria e Lazio settentrionale, meridionali sulla Puglia.

Mari: molto mossi il Mar Ligure settore di Ponente al largo, il Tirreno centro-meridionale settore Ovest, il Mar di Sardegna, lo Ionio ed il Canale d’Otranto.

Per monitorare nel modo migliore possibile la situazione meteo in tempo reale, di seguito forniamo un elenco delle pagine con tutte le informazioni utili per seguire il nowcasting meteorologico minuto per minuto: