Studio scientifico svela come salvarsi dall’esplosione di una bomba atomica

Pubblicato il primo studio scientifico che spiega come salvarsi dall'esplosione di una bomba atomica

MeteoWeb

Simulazioni di esplosione di una bomba atomica, provocata da un missile balistico intercontinentale, e l’onda d’urto risultante hanno mostrato quanto possa essere chiaramente pericolosa, ma anche dove rintanarsi per evitarla. A realizzare la simulazione sono stati i ricercatori dell’Università di Nicosia, a Cipro, ed i loro risultati sono stati pubblicati sulla rivista Physics of Fluids, di AIP Publishing.

Non esiste un buon posto dove stare quando esplode una bomba nucleare. Qualsiasi cosa troppo vicina viene istantaneamente vaporizzata e le radiazioni possono rappresentare una seria minaccia per la salute anche a distanza. Nel mezzo, c’è un altro pericolo: l’onda d’urto generata dall’esplosione, che può produrre velocità sufficientemente elevate da sollevare persone in aria e causare gravi lesioni. Nella zona di danno moderato, l’onda d’urto è sufficiente per far cadere alcuni edifici e ferire le persone catturate all’aperto. Tuttavia, gli edifici più robusti, come le strutture in cemento, possono rimanere in piedi.

Prima del nostro studio, il pericolo per le persone all’interno di un edificio in cemento armato che resiste all’onda d’urto non era chiaro“, ha affermato l’autore Dimitris Drikakis. “Il nostro studio mostra che le velocità elevate rimangono un rischio considerevole e possono ancora provocare lesioni gravi o addirittura mortali.” Il team ha utilizzato la modellazione computerizzata avanzata per studiare come un’onda d’urto nucleare accelera attraverso una struttura in piedi. La loro struttura simulata prevedeva stanze, finestre, porte e corridoi e ha permesso loro di calcolare la velocità dell’aria dopo l’onda d’urto e determinare i posti migliori e peggiori in cui trovarsi. “I luoghi interni critici più pericolosi da evitare sono le finestre, i corridoi e le porte“, ha affermato l’autore Ioannis Kokkinakis. “Le persone dovrebbero stare lontane da questi luoghi e mettersi immediatamente al riparo. Anche nella stanza di fronte all’esplosione, si può essere al sicuro dalle alte velocità dell’aria se posizionati agli angoli del muro di fronte all’esplosione“. Gli autori hanno sottolineato che il tempo che intercorre tra l’esplosione e l’arrivo dell’onda d’urto è solo di pochi secondi, quindi è fondamentale raggiungere un luogo sicuro il più rapidamente possibile.