Incendio in un bosco: evacuato un villaggio in Valle d’Aosta

Incendio ad Aymavilles alimentato dal vento: gli elicotteri sono in azione per effettuare lanci d'acqua
MeteoWeb

Il forte caldo che oggi ha investito la Valle d’Aosta, insieme al vento, non aiuta a contenere un incendio boschivo divampato nel pomeriggio nel comune di Aymavilles, in località Poyaz. Il vento ha alimentato il rogo, visibile ormai anche a chilometri di distanza. Sul posto sono all’opera i Vigili del Fuoco e il corpo forestale. Tre elicotteri sono in azione per effettuare lanci d’acqua ed è in arrivo anche un Canadair da Genova.

A scopo precauzionale sono state evacuate le frazioni di La Camagne e Champleval-Dessous, e il comune di Aymavilles invita la popolazione a restare in casa, chiudendo le finestre. Evacuata anche la casa famiglia di Saint-Léger: i 35 ospiti, anziani e persone non autosufficienti, sono stati portati ad Aosta. “Probabilmente si deciderà presto di evacuare anche altri villaggi se non si riuscirà a circoscrivere le fiamme“, dice all’ANSA il comandante del Corpo valdostano dei Vigili del Fuoco, Salvatore Coriale. “Abbiamo chiesto 13 mezzi da ogni parte della Valle d’Aosta, da tutti i distaccamenti. Stiamo cercando di circoscrivere le fiamme. Come vigili del fuoco ci occupiamo di stare a protezione dei centri abitati“, aggiunge Coriale. “Sono tutti al lavoro, è un lavoro di grande sinergia. In questo momento, siamo concentrati per tenere l’incendio nella parte boschiva. E’ molto complicato, i lanci d’acqua servono a questo”.

Sono 66 i Vigili del Fuoco al lavoro per proteggere gli abitati e contenere l’incendio: tutti quelli disponibili sono stati richiamati in servizio e si alterneranno nelle operazioni notturne. Sono stati messi in preallerta, per precauzione, il Cto di Torino e l’elicottero notturno. Al momento non si registrano persone coinvolte.

Inoltre, per consentire le operazioni di spegnimento, è stata temporaneamente interrotta la circolazione lungo la strada regionale 47 per Cogne, dove si trovano alcuni turisti che avrebbero dovuto scendere a valle per rientrare dalle vacanze. I Carabinieri regolano la viabilità. Per lo stesso motivo, è stata sospesa l’erogazione di energia elettrica a Cogne e in due frazioni di Aymavilles, Pont d’Ael e Ozein. Per consentire la discesa a valle delle persone rimaste bloccate a Cogne, dalle 22 sarà organizzato un convoglio, scortato dai Carabinieri e dalla Polizia locale, che partirà dalla frazione Epinel fino ad Aymavilles, lungo la strada regionale numero 47. All’arrivo, a Aymavilles, ci sarà un successivo convoglio in salita. Un medico è stato portato in elicottero in paese e ci sono due ambulanze sul posto. La Protezione Civile ha fatto sapere di aver predisposto la possibilità di dotare la località di alcuni generatori per l’alimentazione elettrica nelle prossime ore. Il Presidente della Regione Valle d’Aosta, Renzo Testolin, si trova nella sede della Centrale unica del soccorso, a Saint-Christophe, dove vengono coordinate le operazioni.

Oggi, le temperature più alte registrate in Valle d’Aosta hanno superato i +38°C.

Condividi