Allerta Meteo, tutti i dettagli sull’irruzione fredda del weekend: forte maltempo al Sud, neve in collina

Allerta Meteo, tra sabato e domenica il primo ruggito dell'inverno: temperature in picchiata, forte maltempo e nevicate fino a quote molto basse per il periodo al Centro/Sud. I dettagli
MeteoWeb

Mentre il maltempo provocato dal Ciclone Mediterraneo continua ad imperversare al Centro/Sud provocando forti temporali e piogge torrenziali in Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, si avvicina il weekend con il bolide polare atteso sull’Italia proprio sabato 25 novembre. E così all’improvviso passeremo dal caldo anomalo delle ultime settimane, ad un freddo invernale particolarmente intenso e precoce. Le temperature, infatti, crolleranno fino a 10-12°C sotto le medie del periodo determinando una grande anomalia fredda in tutto il Paese e in modo particolare nelle Regioni Adriatiche.

Sarà un’irruzione fredda molto veloce: durerà soltanto 48 ore, tra sabato e domenica. Già lunedì 27 novembre le temperature aumenteranno nuovamente, e rapidamente, almeno al Centro/Sud sui valori più miti che abbiamo già in questi giorni. Eloquente, in tal senso, la proiezione per i prossimi quattro giorni del modello europeo ECMWF con le sue mappe sinottiche:

L’irruzione di sabato 25 sarà particolarmente intensa, tanto che innescherà impetuosi venti settentrionali che nel pomeriggio-sera saranno molto forti al Centro/Sud, non solo nelle Regioni Adriatiche che sono le più esposte a questo bolide di freddo proveniente dai Balcani, ma anche nel basso Tirreno:

Il forte e freddo vento settentrionale si intensificherà ulteriormente nella serata di Sabato soprattutto nel medio-basso Adriatico e nelle aree joniche. Il clou della tempesta investirà i Balcani, provocando grandi nevicate in Ungheria, Croazia, Bosnia, Serbia, Montenegro, Kosovo, Albania e Macedonia del Nord, oltre a coinvolgere i settori più occidentali di Ucraina e Romania.

Anche sull’Italia, però, non mancheranno fenomeni meteo estremi. Le Alpi avranno una grande nevicata, con accumuli fin nei fondovalle. Nevicherà copiosamente in Svizzera, Austria e nelle zone più vicine al confine del territorio italiano, dalla Valle d’Aosta al Friuli Venezia Giulia passando per Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto. La neve potrebbe cadere fin su Bolzano città e Aosta città.

I fenomeni più estremi, però, colpiranno il Centro/Sud con forti temporali nella giornata di sabato tra il medio e basso Adriatico e nel basso Tirreno. La neve cadrà a partire dai 400 metri di altitudine tra Marche, Abruzzo, Molise e Gargano, dove sarà abbondante. Neve dai 500 metri in su tra Campania e Basilicata, oltre i 600 metri in Calabria e oltre gli 800 metri in Sicilia.

Di seguito i link per l’accesso diretto alle pagine con le previsioni meteo, particolarmente accurate nei dettagli, per le aree geografiche d’Italia (link sempre raggiungibili anche dal Menù in alto in tutte le pagine del sito):

Le Previsioni Meteo Regione per Regione:

Per monitorare nel modo migliore possibile la situazione meteo in tempo reale, di seguito forniamo un elenco delle pagine con tutte le informazioni utili per seguire il nowcasting meteorologico minuto per minuto:

Condividi