Maltempo, notte di alluvioni e devastazione: “situazione molto critica”, morti e dispersi tra Toscana e Veneto. Firenze attende la piena dell’Arno

Giani: "non avevamo mai registrato così tanta pioggia in così pochi minuti"
maltempo danni toscana
MeteoWeb

E’ drammatico il bilancio provvisorio dell’ondata di maltempo che dal tardo pomeriggio di ieri ha colpito duramente la Toscana: 3 vittime, 2 a Montemurlo e una a Rosignano. Il fiume Bisenzio è esondato, così come i torrenti Furba e Bagnolo. A Prato le strade si sono allagate, con decine di auto trascinate via dal fango, l’acqua ha invaso anche il pian terreno dell’ospedale Santo Stefano. Il sindaco di Prato Matteo Biffoni ha invitato i cittadini a restare ai piani alti delle case e non prendere l’auto. A Montemurlo sono deceduti 2 anziani: uno sarebbe annegato in casa, l’altra sarebbe stata colta da un malore mentre cercava di spalare l’acqua da casa. A Rosignano, in Provincia di Livorno, l’altro decesso, sempre di un anziano, durante l’evacuazione di una RSA.

In Toscana risultano 4 dispersi: i vigili del fuoco hanno riportato 2 dispersi a Lamporecchio, nel Pistoiese. Altre due persone risultano disperse nel territorio di Campi Bisenzio.

Diverse le criticità tra Prato, Pistoia e Campi Bisenzio. In numerose località i Vigili del Fuoco hanno provveduto ad evacuare le abitazioni a rischio allagamento. In Veneto un vigile del fuoco fuori servizio risulta disperso: è caduto in acqua mentre stava monitorando delle abitazioni a rischio lungo le sponde di un torrente nel bellunese.

Ho dichiarato lo stato di emergenza regionale e sono già in contatto con il governo per quello nazionale. La situazione è davvero molto grave,” ha affermato il governatore della Toscana Eugenio Giani. “Non avevamo mai registrato così tanta pioggia in così pochi minuti. Quello che è avvenuto stanotte in Toscana ha un nome chiaro: cambiamento climatico. Dobbiamo impegnarci tutti per contrastarlo, senza rinunciare davanti al disinteresse altrui“.

Per quanto riguarda i danni, a Carmignano l’esondazione del torrente Furba ha comportato un allagamento. A Montemurlo la fuoriuscita dagli argini del torrente Bagnolo ha provocato numerosi allagamenti. Frane importanti sono state segnalate tra San Quirico, Sassetta e sul Montalbano. A Prato sono stati chiusi tutti i ponti a causa esondazione Bisenzio in zona Santa Lucia. E’ stata aperta la cassa d’espansione dell’Ombrone. Chiuso il tratto dell’Autostrada A11 tra e Prato ovest e Pistoia per allagamento della carreggiata. A Campi Bisenzio si è verificata la rottura degli argini con tracimazione del Bisenzio al ponte della Rocca da entrambi i lati. Pistoia, Agliana, Quarrata e Serravalle Pistoiese sono state interessate da allagamenti a causa degli affluenti dell’Ombrone. Anche a Lamporecchio, Larciano e Monsummano Terme si registrano vari allagamenti. A Quarrata una parte del centro abitato è allagato e i soccorsi hanno provveduto ad evacuare i residenti. Allagati anche dei reparti dell’ospedale di Pontedera.

Un treno regionale, proveniente da Bologna, è rimasto bloccato per il maltempo alla stazione di Vaiano, in provincia di Prato, nell’Alta Valle del Bisenzio. A bordo c’erano circa 200 persone, accompagnate dalla Protezione Civile in strutture messe a disposizione dal Comune dove passeranno la notte.

Continuano senza sosta gli interventi lungo tutta la notte e assistenza alla popolazione,” ha affermato Giani questa mattina. “Risultano rotture sul Bisenzio a Santa Maria a Campi, sul Marina a Villa Montalvo, sul Fosso Reale, sull’Agna a Montale, sulla Stella a Casini di Quarrata, sul Bardena e sul torrente Iolo. Livelli in calo su Ombrone Pistoiese e Bisenzio ma la situazione è ancora molta critica. Situazione Arno: La piena è attesa a Firenze dopo le ore 12 con un colmo di piena a cavallo del primo livello di guardia. Al momento sta transitando il colmo di piena sulla Sieve oltre i 300mc/secondo. Sta transitando anche la piena sul Serchio a 1000mc/secondo“.

Il maltempo che sta colpendo la Toscana ha provocato numerose e diffuse criticità a Firenze. La Sala di Protezione civile della Città metropolitana di Firenze segnala in particolare che problematiche principali si registrano nei Comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Campi Bisenzio, Calenzano, Cerreto Guidi, Empoli, Fucecchio, Palazzuolo sul Senio e Vinci. Operative nella notte attività di soccorso alla popolazione da parte delle strutture operative in coordinamento con le autorità di protezione civile.

Nella notte la piena della Sieve è arrivata a Dicomano (Firenze) dove il fiume è esondato tra il capoluogo e la frazione di Contea. Sott’acqua campi e pista ciclabile. Nessuna criticità per le abitazioni, secondo quanto rende noto l’Unione dei Comuni del Mugello.

Sono stati finora oltre mille gli interventi a causa del maltempo a Campi Bisenzio, Cerreto Guidi, Carmignano, Prato, Montemurlo, Quarrata, province di Pisa e Livorno, secondo quanto ha reso noto il governatore toscano Eugenio Giani. Enel, “sta intervenendo sulle circa 40.000 utenze ancora senza corrente anche con gruppi elettrogeni“.

Per oggi la Protezione Civile ha previsto allerta rossa in Veneto e Friuli Venezia Giulia, con precipitazioni e forti raffiche di vento. Il governatore del Veneto Luca Zaia ha invitato a non usare l’auto per gli spostamenti non necessari.

A Montemurlo 200 mm in 6 ore

Il comune di Montemurlo (Prato) è stato colpito da un’ondata di maltempo senza precedenti. Alle 6 di questa mattina risultavano 200 mm al pluviometro di Javello. Il sindaco Simone Calamai ieri pomeriggio, 2 novembre, ha attivato il COC, il centro comunale di protezione civile e per tutta la notte ha seguito le operazioni di soccorso. Attive 10 squadre di volontariato di protezione civile e la squadra di protezione civile comunale, composta dai tecnici e dagli agenti della polizia municipale di Montemurlo. “In questi tragici momenti il primo pensiero va alle vittime di questa tragedia – ha dichiarato il sindaco Calamai – Si tratta di un uomo di 85 anni, residente in via Riva 21 a Bagnolo, con problemi di deambulazione trovato nel salotto riverso senza nell’acqua che aveva invaso l’appartamento. L’altro decesso è quello di una donna di 84 anni in via Garda, colpita da un malore. Un decesso che non pare in questo momento direttamente collegato al maltempo“.

La priorità in queste ore – ha aggiunto il sindaco – è il salvataggio delle vite umane, delle persone rimaste imprigionate nelle auto o bloccate in casa, soprattutto gli anziani non autosufficienti e i malati. Sono stati allestiti due centri di accoglienza alla Misericordia di Montemurlo e di Oste dove hanno trovato accoglienza le persone rimaste bloccate in zona. Alla Misericordia di Oste è stato allestito un posto medico avanzato con la presenza di un infermiere inviato dal 118 per l’ assistenza alle persone. Su quasi tutto il territorio da ieri sera verso le 19 è saltata l’energia elettrica a causa di un guasto sulla cabina di distribuzione principale“.

La situazione più critica è a Bagnolo in via Riva e in via Labriola dove è esondato il torrente Bagnolo e ha travolto numerose auto trascinandole per diversi metri. Critica la situazione a Oste dove l’acqua ha raggiunto da 70 – 80 cm sulla sede stradale a un metro di altezza. Le persone sono stare soccorso con l’ausilio dei gommoni – reparto soccorso fluviale dei vigili del fuoco. Tra le strade più colpite via Curiel, Lancillotto, Toti, Garigliano, Adda e la zona industriale di Oste e Santorezzo, via Siena, via della Robbia. Esondati anche i torrenti Ficarello, Meldancione a Oste e sulla via Montalese al Mulino, lo Stregale a Morecci e il Funandola.

Di seguito i link per l’accesso diretto alle pagine con le previsioni meteo, particolarmente accurate nei dettagli, per le aree geografiche d’Italia (link sempre raggiungibili anche dal Menù in alto in tutte le pagine del sito):

Le Previsioni Meteo Regione per Regione:

Per monitorare nel modo migliore possibile la situazione meteo in tempo reale, di seguito forniamo un elenco delle pagine con tutte le informazioni utili per seguire il nowcasting meteorologico minuto per minuto:

Condividi