Addio chiavi: svelata l’auto del futuro, basta un sorriso per partire

"Il trasferimento delle nostre tecnologie dall'interno all'esterno ci consente di incorporare ulteriori aspetti di sicurezza e comodità"
MeteoWeb

La tecnologia di riconoscimento facciale, da tempo un fedele compagno sugli smartphone di ultima generazione, sta facendo il suo debutto rivoluzionario anche nel mondo automobilistico. Continental, rinomata azienda tedesca produttrice di componenti automobilistici, ha annunciato piani ambiziosi per implementare il riconoscimento facciale non solo come sistema di sblocco e avvio dell’auto ma anche come chiave per una serie di funzionalità innovative, sia all’interno che all’esterno del veicolo.

La proposta di Continental è audace: introdurre telecamere nascoste integrate in parti strategiche del veicolo, rendendo il riconoscimento facciale un elemento chiave per una serie di interazioni avanzate. Una delle caratteristiche più intriganti di questa proposta è la telecamera in grado di vedere attraverso uno schermo di infotainment, aprendo la strada a soluzioni che non richiedono modifiche estetiche all’interno del veicolo.

Occhio invisibile: una sicurezza ineguagliabile

Le telecamere di Continental non sono solo una fotocamera comune; vanno oltre, combinando la potenza del riconoscimento facciale con l’innovazione presentata al Consumer Electronics Show (CES) dello scorso anno. Queste telecamere possono essere integrate nel montante B di un veicolo, svolgendo un ruolo cruciale nel processo di sblocco. Ma non finisce qui.

Oltre al riconoscimento facciale, Continental ha sviluppato schermi perfettamente integrati nel montante B, apparentemente invisibili quando spenti. Questi schermi si illuminano magicamente quando il proprietario si avvicina, fornendo informazioni cruciali come lo stato di carica, la chiusura delle porte e molto altro ancora.

Dal veicolo all’infotainment

L’implementazione del riconoscimento facciale all’interno del sistema di infotainment è un altro passo avanti nella visione di Continental. L’azienda suggerisce che oltre all’avvio del veicolo, questa tecnologia potrebbe semplificare i pagamenti digitali, aprendo nuove possibilità di interazione tra conducente e veicolo. Ad esempio, presso una stazione di ricarica, il conducente potrebbe effettuare pagamenti senza alcun contatto fisico, offrendo un livello di comodità senza precedenti.

Boris Mergell, responsabile UX di Continental Automotive, ha dichiarato: “Il trasferimento delle nostre tecnologie dall’interno all’esterno è un passo logico successivo se ciò ci consente di incorporare ulteriori aspetti di sicurezza e funzioni di comodità“. Mergell sottolinea che estendere il portafoglio UX all’esterno porterà vantaggi tangibili sia per i produttori di veicoli che per gli utenti finali, offrendo nuove opzioni di interazione intuitive.

La proposta di Continental segna un punto di svolta nel modo in cui concepiamo l’interazione tra conducente e veicolo. Con telecamere che vedono attraverso schermi e schermi che si illuminano all’avvicinarsi del proprietario, il futuro della guida sembra essere guidato da una sinergia unica tra tecnologia avanzata e praticità senza sforzo.

Condividi