Rinviato il primo lancio con equipaggio della capsula Starliner: ecco quando potrà riprovarci

Un problema tecnico ha costretto al rinvio del lancio della capsula Starliner almeno fino alla fine della settimana
MeteoWeb

Il primo volo con equipaggio della nuova capsula Starliner di Boeing è stato posticipato alla fine della settimana a causa di un problema tecnico. Starliner avrebbe dovuto essere lanciata all’alba italiana di oggi durante il Crew Flight Test (CFT), una missione di circa 10 giorni che trasporterà due astronauti della NASA alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e ritorno. Ma i team di missione hanno annullato il tentativo circa due ore prima del decollo, dopo aver identificato una “valvola di sfogo dell’ossigeno” sullo stadio Centaur dell’Atlas V, razzo della United Launch Alliance (ULA).

La NASA, l’ULA e Boeing hanno inizialmente espresso ottimismo sul fatto che il problema avrebbe potuto essere risolto rapidamente, forse anche in tempo per un altro tentativo di lancio oggi. Ma i team hanno poi annunciato che la missione CFT decollerà non prima di venerdì 10 maggio.

Il rinvio consente ai team di completare l’analisi dei dati su una valvola di regolazione della pressione sul serbatoio di ossigeno liquido dello stadio superiore Centaur del razzo Atlas V e di determinare se è necessario sostituire la valvola“, hanno scritto i funzionari della NASA in un aggiornamento.

Il lancio di venerdì 10 maggio avverrà alle 21:00 EDT (le 3 del mattino dell’11 maggio in Italia). Sabato 11 maggio c’è un’ulteriore opportunità di backup, hanno riferito i funzionari della NASA.

Tuttavia è troppo presto per sapere se Starliner e Atlas V saranno pronti a volare il 10 o l’11 maggio. Ciò dipende dal fatto che ULA decida di sostituire la valvola, il che richiederebbe di spostare il razzo dalla rampa di lancio e riportarlo alla struttura di assemblaggio. I team applicherebbero quindi “attrezzature per supportare Centaur e Starliner in cima, quindi toglieremmo tutta la pressione e semplicemente rimuoveremmo e sostituiremmo la valvola, pressurizzeremmo, rimuoveremmo l’attrezzatura e quindi saremmo pronti a tornare indietro”, ha detto il CEO dell’ULA Tory Bruno in una conferenza. “Questa procedura richiede diversi giorni“, ha aggiunto. Quindi, se dovesse rivelarsi necessaria la sostituzione della valvola, “difficilmente saremo pronti a fare un altro tentativo prima di domenica” 12 maggio.

I due membri dell’equipaggio della missione CFT sono Butch Wilmore e Suni Williams della NASA. Dopo l’annuncio del rinvio, entrambi gli astronauti sono sbarcati dalla Starliner e sono tornati agli alloggi dell’equipaggio presso il Kennedy Space Center della NASA, che si trova accanto alla Cape Canaveral Space Force Station, hanno detto i funzionari dell’agenzia.

Nel 2014, la NASA ha assegnato a Boeing e SpaceX contratti multimiliardari per far volare gli astronauti da e verso la ISS. SpaceX lo fa dal 2020 con la sua capsula Dragon e il razzo Falcon 9. La compagnia di Elon Musk ha già completato sette voli operativi con equipaggio per la NASA ed è nel bel mezzo della missione numero otto. Boeing, tuttavia, ha subito numerosi ritardi nello sviluppo della Starliner e deve ancora lanciare il suo primo equipaggio.

Condividi