Maltempo, il terribile GELICIDIO paralizza il Centro/Nord: chiuse strade e autostrade, treni fermi per la “pioggia congelata”

  • Genova
    Genova
  • San Quirico, Liguria
    San Quirico, Liguria
  • Piacenza
    Piacenza
  • Ferrara
    Ferrara
  • Ferrara
    Ferrara
  • Borgo Maggiore
    Borgo Maggiore
  • Genova
    Genova
  • Modena
    Modena
  • Romagna
    Romagna
  • Romagna
    Romagna
  • Emilia Romagna
    Emilia Romagna
  • Forlì
    Forlì
/
MeteoWeb

Maltempo – L’arrivo dello scirocco sull’Italia dopo l’ondata di Burian siberiano di fine Febbraio ha fatto rapidamente innalzare le temperature che stamattina hanno registrati valori davvero estivi al Sud, con minime di addirittura +20°C in Sicilia. Al Nord, invece, resiste ancora il cuscinetto freddo ai bassi strati, ma l’aria si è riscaldata più rapidamente in quota provocando già da ieri il terribile fenomeno del “Gelicidio“. Su MeteoWeb avevamo sottolineato i rischi da questa situazione già la scorsa setimana.

Che cos’è il Gelicidio (o “pioggia congelata”)

Il gelicidio è una precipitazione ghiacciata ben differente da neve e grandine: si tratta proprio letteralmente di pioggia congelata, tanto che in inglese si dice freezing rain. E’ provocato dal fenomeno della sopraffusione, cioè la presenza di strati d’aria calda in quota mentre al suolo fa ancora freddo. Così nell’atmosfera i fiocchi di neve si sciolgono alle alte quote dove trovano l’aria calda e diventano pioggia, ma poi quando stanno per toccare il suolo si congelano nuovamente perché le temperature ai bassi strati rimangono fredde e localmente sottozero. Il gelicidio quando arriva al suolo forma uno strato di ghiaccio trasparente, omogeneo, liscio e molto scivoloso, racchiudendo i rami degli alberi, gli arbusti, gli steli dell’erba, i cavi elettrici all’interno di un involucro assai duro di acqua cristallizzata e trasparente.

Questo fenomeno è molto frequente in Europa centro/settentrionale e negli Stati Uniti d’America, dove i rimescolamenti d’aria sono molto frequenti e proprio con il fenomeno del gelicidio si formano le “ice storm“, le tempeste di ghiaccio che sono tra i fenomeni meteorologici più devastanti del mondo. Ma può verificarsi anche in Italia, soprattutto nella Pianura padana e nelle conche e valli interne dell’Appennino centro/settentrionale. Molto molto più raro al sud.

Il gelicidio, a causa del peso del ghiaccio, è un fenomeno molto pericoloso e causa numerosi disservizi dato che può provocare la caduta di rami anche di grande spessore nonché la rottura di cavi elettrici, con conseguente interruzione dell’illuminazione pubblica, problemi alle comunicazioni telefoniche e alla circolazione per il fondo stradale scivoloso. Insomma, un vero e proprio disastro. Ed è quello che sta succedendo in queste ore al Nord, con la totale paralisi dei trasporti, strade e autostrade chiuse, treni bloccati.

Gelicidio in atto: resiste il cuscinetto freddo al Centro/Nord, ecco le temperature

In pianura, infatti, le temperature si mantengono ancora gelide in pieno giorno su gran parte del Nord, nella Liguria centrale e nelle Marche settentrionali. Alle 11:30, in pieno giorno, abbiamo ancora -1°C a Pavia, Ferrara, Alessandria, Novara, Vercelli, Biella, Chioggia, Comacchio e Piacenza, 0°C a Milano, Torino, Genova, Bologna, Brescia, Trento, Modena, Parma, Mantova, Reggio Emilia, Bergamo, Ravenna, Rovereto, Sondrio, Belluno, Como, Lodi, Cesena, Cremona, Rimini, +1°C a Verona, Venezia, Padova, Vicenza, Ancona, Senigallia e Fano.

La colonnina di mercurio sta lentamente aumentando, invece, tra Toscana, Umbria, Liguria orientale e occidentale e Friuli Venezia Giulia, dove abbiamo +3°C a Perugia e Savona, +4°C a Firenze, Trieste, La Spezia, Udine, Gorizia, Pescara, L’Aquila e Arezzo, +5°C a Siena, Pordenone ed Empoli. Sono comunque temperature molto basse se consideriamo che Grosseto, Latina e Tarquinia sono a +16°C, Roma, Guidonia e Tivoli a +15°C.

Il fenomeno del Gelicidio sta interessando in modo molto pesante proprio l’area compresa tra Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Toscana settentrionale, dove le temperature sono ancora molto basse. Lo strato di ghiaccio che si sta formando in alcuni casi (vedi Appennino Tosco/Emiliano) sulla neve, potrebbe “ibernare” la neve al suolo mantenendola ghiacciata per molto tempo.

Gelicidio in atto: Centro/Nord paralizzato, chiuse strade e autostrade, treni fermi

Il gelicidio sta provocando gravi disagi ai collegamenti ferroviari in Liguria e a quelli autostradali nel tratto dell’appennino emiliano. La circolazione ferroviaria è sospesa in Liguria sulle linee Genova-Milano, Genova-Torino, Genova-Savona e Parma-La Spezia a causa del gelicidio che ha ghiacciato le linee di alimentazione elettrica dei treni. Centinaia di pendolari sono ancora bloccati nelle stazioni genovesi in attesa del ripristino del servizio.

I treni in tilt aggiungono disagi in una regione, la Liguria, già nel caos per i collegamenti stradali: solo alle 4 di stanotte e’ stata riaperta l’autostrada A12 fra i caselli di Sestri Levante e di La Spezia chiusa giovedì sera per una nevicata e per il ghiaccio sulla carreggiata. Riaperta anche l’Aurelia tra Genova e La Spezia, dopo la rimozione di un Tir che era sbandato e si era messo di traverso all’altezza del passe del Bracco, ma è sconsigliato percorrerla a causa del gelo. Sulle autostrade dell’Emilia-Romagna sono stati chiusi al traffico questa mattina diversi tratti a causa del fenomeno della pioggia gelata. La Polstrada ha scortato fuori dalle autostrade gli automobilisti che procedevano sull’A1 verso Bologna: le auto provenienti da Firenze vengono fatte uscire a Sasso Marconi mentre in A14 l’uscita obbligatoria e’ a Fano (Pesaro); in A13 le auto che procedono da Padova hanno uscita obbligatoria a Ferrara; in A1 l’uscita e’ a Parma. Al momento risultano chiusi in entrambe le direzioni i tratti di: A1 tra Reggio Emilia e Sasso Marconi, A13 tra il bivio con la A14 e Ferrara Sud, A14 tra Bologna San Lazzaro e Cattolica inclusa la Diramazione per Ravenna. Autostrade per l’Italia ha spiegato che i “volumi di traffico attesi e le condizioni meteo rendono prevedibili disagi nell’arco della giornata” e ha consigliato “a tutti gli utenti di evitare di mettersi in viaggio verso le aree interessate“. I disagi più gravi, comunque, restano quelli in Liguria: a Genova alla stazione ferroviaria di Brignole, alle 8, il pannello informativo riportava decine di orari con ritardi imprecisati. Alla stazione di Savona, alle 7,30, informavano che nessun treno diretto a Genova era ancora partito dalla stazione di origine (Ventimiglia). Linea bloccata anche da levante verso Genova, con i treni che si fermano a Nervi, senza riuscire a raggiungere la stazione Brignole. Gli agenti della Polfer sono impegnati in queste ore a dare supporto alle tante persone che si trovano nelle stazioni di Genova e delle altre città liguri.

In mattinata anche l’A1 è stata chiusa in entrambe le direzioni da Milano a Sasso Marconi, poco dopo Bologna in direzione sud. “Autostrade per l’Italia” spiega che dalla serata di ieri l’Emilia Romagna è interessata dal gelicidio e che quindi si sono rese necessarie le chiusure nella regione di alcuni tratti autostradali dell’A13, dell’A14, oltre che dell’A1. Chiuse in entrambe le direzioni i tratti la A13 tra il bivio con la A14 e Ferrara Sud, A14 tra Bologna San Lazzaro e Cattolica inclusa la diramazione per Ravenna. Il fenomeno del gelicidio, che ha ghiacciato le linee di alimentazione elettrica dei treni sta provocando problemi soprattutto in Liguria: circolazione ferroviaria sospesa sulle linee Genova-Milano, Genova-Torino, Genova-Savona e Parma-La Spezia.

Gelicidio: a Genova e in Liguria criticità molto serie, incidenti e boom di segnalazioni

A Genova stamane è caduta una fitta pioggia gelata e alle 6 un camion si e’ traversato sulla strada nuova Guido Rossa, nel ponente della città, causando gravi disagi alla circolazione. Decine le telefonate alla polizia municipale di cittadini che chiedono l’intervento degli spargisale sulle alture del capoluogo. Strade gelate anche nelle vallate alle spalle di Genova e delle altre province liguri: in Valbisagno ghiaccio da Bargagli a salire verso la Val Trebbia. Il gelo ha rivestito e reso non percorribili le strade della Val d’Aveto dove la centrale operativa della città metropolitana sconsiglia di transitare. gelicidio in atto ma situazione meno grave in Val Fontanabuona e sulle strade del golfo Paradiso, nel levante di Genova. Genova numerose chiamate ai vigili del fuoco per i danni provocati dalle raffiche di vento, in attenuazione rispetto a ieri, ma sempre forte: sulla strada di San Carlo di Cese, alle spalle di Voltri, è caduto un albero, mentre in ogni zona della citta’ segnalati cornicioni, tegole e tapparelle pericolanti. All’aeroporto Cristoforo Colombo dirottato il volo Lufthansa in partenza alle 6.05 per Monaco mentre e’ regolarmente decollato il Volotea delle 7 per Napoli.

Sempre in Liguria, un’intensa nevicata sta causando diversi problemi in provincia di Savona. Un incidente, fortunatamente senza feriti, verificatosi sull’autostrada A10 all’altezza di Spotorno ha comportato la chiusura dell’intero tratto tra Pietra Ligure e Savona in direzione Genova.

La situazione viabilità sulle autostrade, aggiornata alle ore 11

Sta nevicando intensamente sulla A7 tra bivio Diramazione Predosa-Bettole e bivio A12. nonche’ in A26 dei Trafori tra il Bivio per la A10 Genova-Savona e Bivio Diramazione Predosa-Bettole. Sono in atto deboli nevicate sulle seguenti autostrade: – A26 dei Trafori tra Diramazione Predosa-Bettole e Bivio A21 Torino-Brescia – A10 Genova-Savona tra Genova Pra’ e Savona. – A9 Lainate-Chiasso tra bivio A36 Pedemontana e Chiasso Il fenomeno della pioggia congelantesi sta interessando molta parte dell’Emilia Romagna ed in particolare sulle seguenti autostrade: – A1 Milano-Napoli tra Piacenza e Sasso Marconi – A1 Direttissima l’intero tratto – A14 Bologna-Taranto tra Bologna San Lazzaro e Cattolica – A14 Diramazione di Ravenna l’intero tratto – Raccordo di Bologna Casalecchio l’intero tratto – A13 Bologna-Padova tra bivio A14 e Ferrara Sud – A21 Piacenza Brescia l’intero tratto – A22 Brennero-Modena, tra Carpi e Campo Galliano.  La presenza del ghiaccio e la prosecuzione delle precipitazioni hanno imposto la chiusura a tutti i veicoli dei seguenti tratti autostradali: – A1 Milano-Napoli tra Milano sud e Sasso Marconi in entrambe le direzioni – A14 Bologna-Taranto tra Bologna San Lazzaro e Cattolica in entrambe le direzioni – A 14 Diramazione di Ravenna intero tratto – Raccordo di Bologna Casalecchio l’intero tratto – A13 Bologna-Padova tra bivio A14 e Ferrara Sud – A21 Piacenza Brescia l’intero tratto. Il traffico proveniente da nord, sulla A22 Brennero-Modena, viene deviato sulla A4, il traffico in circolazione sulla A4 non puo’ proseguire verso sud ne’ sulla A13, ne’ sulla A22, ne’ sulla A21. Attualmente, chi e’ interessato a raggiungere le regioni centro meridionali deve percorrere la A4 fino a Torino per immettersi sulla A6 Torino Savona e utilizzare la rete autostradale ligure e toscana per evitare i tratti ghiacciati.

Situazione sulle strade gestite da Anas

Permane il blocco sull’Aurelia, in Liguria, per un mezzo pesante intraversato sulla carreggiata al Km 460. E’ stata riaperta la E45 dove e’ attivo il filtraggio dei mezzi pesanti nel tratto tra San Giustino e Cesena; vengono fatti muovere i veicoli pesanti che erano rimasti bloccati nel corso della notte.

Gelicidio: le previsioni per le prossime ore

Il gelicidio continuerà per tutta la giornata, anzi potrebbe intensificarsi nel pomeriggio/sera tra Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e alta Toscana. Intanto ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: