Allerta uragano nel Canale di Sicilia: su Malta e Pelagie arrivano venti a oltre 150km/h e violente mareggiate. Le mappe

    /
    MeteoWeb

    Il maltempo sta sferzando il sud Italia ma l’attenzione va inevitabilmente a ciò che si prospetta per i prossimi giorni e soprattutto tra domani pomeriggio e domenica quando una profonda perturbazione in risalita dal nord Africa si posizionerà nel Canale di Sicilia dove stazionerà per oltre 18 ore assumendo le sembianze di un TLC, un ciclone Mediterraneo che è assolutamente paragonabile agli uragani come abbiamo già spiegato in quest’articolo di meteo-didattica. Sabato mattina le mappe satellitari saranno spettacolari perchè mostreranno l’occhio del ciclone proprio nel centro del Mediterraneo, tra il Canale di Sicilia, il mar Jonio e il Golfo della Sirte. Oltre al maltempo che, come stiamo scrivendo in tutti gli aggiornamenti del nostro MeteoNotiziario, colpirà il sud Italia e anche il nord Africa, bisogna fare grande attenzione ai forti venti che saranno provocati proprio da questo vortice depressionario e alle conseguenti mareggiate che potranno assumere caratteri devastanti.
    Come possiamo vedere dalle mappe, tra domani sera e sabato un grecale impetuoso soffierà tra il mar Jonio e il Canale di Sicilia con raffiche superiori ai 150km/h che investiranno in pieno non solo la costa sorientale della Sicilia, ma anche Malta e le Pelagie. Proprio in queste isole ci aspettiamo mare forza 10 con onde alte fino a 7/8 metri. Allerta massima a La Valletta, la capitale Maltese che è esposta proprio a nord/est. Continuiamo a monitorare la situazione in diretta con le news in tempo reale e le mappe: satelliti, situazione, fulminazioni, radar e webcam.