Terremoto, nuove scosse in Umbria: “E’ sempre la stessa area sismo-tettonica a muoversi”

MeteoWeb

“E’ sempre la medesima area sismo-tettonica a muoversi, quella della Valnerina, che ha subito il suo evento principale il 20 ottobre scorso”: padre Martino Siciliani, esperto di terremoti dell’osservatorio sismologico ‘Bina’ di Perugia, non è sorpreso dalle scosse di oggi (3.7 alle 10,58 e 3.5 alle 15,14) con epicentro localizzato – spiega il religioso – tra Montebibico e Ferentillo, in pratica la zona montuosa tra Spoleto e Terni. “Nella stessa zona di Umbria dei movimenti odierni c’erano state scosse anche nei giorni precedenti, seppure pero’ di intensità più contenuta rispetto a quelle odierne”, fa presente padre Siciliani, il quale tiene a ribadire che “comunque gli eventi riguardano ancora una volta la zona sismo-tettonica che, dall’apice settentrionale più o meno a ridosso di Preci, arriva a sud fino nei pressi di Terni”.