Australia: la pioggia ferma gli incendi, ma arrivano le inondazioni

Pioggia e temporali hanno bagnato la maggior parte dell'Australia orientale e fermato gli incendi, ma hanno anche portato una nuova minaccia di inondazione in alcune zone

MeteoWeb

Non c’è pace per l’Australia martoriata dagli incendi: il maltempo ha dato una tregua ai roghi, ma ora incombe una nuova minaccia, ossia le inondazioni. Pioggia e temporali hanno infatti bagnato la maggior parte dell’Australia orientale e fermato gli incendi, ma hanno anche incentivato il rischio di inondazione in alcune zone. I grandi incendi hanno continuato a infuriare nelle regioni del sud e del sud-est del Paese che finora hanno perso la pioggia, anche nelle foreste ricche di fauna selvatica di Kangaroo Island, al largo della costa meridionale. I vigili del fuoco dello stato del Nuovo Galles del Sud (NSW), il più popoloso del Paese e il più colpito dalla crisi, hanno dichiarato che hanno continuato a bruciare 75 incendi, da ben oltre 100 di qualche giorno prima.

“La pioggia continua a cadere su un certo numero di focolai”, ha detto il servizio dei vigili del fuoco rurali dello stato, aggiungendo che “le condizioni benigne” della pioggia e le temperature piu’ fredde stanno aiutando gli sforzi per contenere le fiamme rimanenti.

A nord, lo stato del Queensland è stato colpito da forti tempeste durante la notte, causando alcune inondazioni improvvise e la chiusura delle strade, anche se non sono stati segnalati morti o feriti. Entrambi gli stati hanno sofferto di una delle più lunghe siccità della storia australiana moderna e alcune zone hanno visto piovere più venerdì e sabato di quanto non fosse caduto in più di un decennio.

Gli incendi hanno continuato a bruciare fuori controllo nel sud del New South Wales e nel vicino stato di Victoria, ma i meteorologi si aspettano piogge significative in quelle zone domenica e lunedì, facendo sperare che alcune di quelle fiamme potessero essere portate sotto controllo. Gli incendi senza precedenti hanno causato 28 morti negli ultimi cinque mesi. Le fiamme sono già costate un pesante tributo alla popolazione di koala, uccelli e altre specie marsupiali endemiche. Le autorità hanno avvertito che la crisi potrebbe peggiorare di nuovo con l’Australia solo a meta’ dell’estate.