Coronavirus: tornati i 7 italiani bloccati in India

"I sette risultati negativi al test del coronavirus sono già rientrati ieri a casa con un volo da Delhi che ha fatto scalo ad Abu Dhabi"

MeteoWeb

“I sette risultati negativi al test del coronavirus sono già rientrati ieri a casa con un volo da Delhi che ha fatto scalo ad Abu Dhabi”. Lo ha detto all’ANSA Stefano Taravella, uno dei 14 turisti italiani di una comitiva di 23 bloccati in India perché positivi al coronavirus. “Questo virus va alla cieca – ha aggiunto -, perché ha separato le coppie. Mia moglie, per esempio, è negativa ed è rientrata” assieme ad un’altra moglie ed un marito di persone che sono ancora in India.. “Siamo tutti over 60”, ha concluso Taravella.

L’Ambasciata, secondo quanto si apprende, si è attivata immediatamente sin dalle prime ore per assicurare pronta assistenza ai connazionali, lavorando in stretto raccordo con l’Unita’ di Crisi della Farnesina e con le autorità locali. Compatibilmente con i protocolli sanitari locali, sono state assicurate misure eccezionali. L’Ambasciatore, e la task force attivata in Ambasciata per seguire la questione, ha continuato a mantenere uno stretto contatto con tutti i connazionali coinvolti, informandoli di volta in volta sull’evolversi della situazione.

Grazie alla collaborazione tra l’Ambasciata e le autorita’ indiane, i 14 connazionali risultati positivi a Delhi sono stati trasferiti nella migliore struttura sanitaria della zona. L’Ambasciata e’ in costante contatto con loro e i medici che li hanno in cura. Le loro condizioni di salute risultano buone. I sette connazionali risultati negativi al test sono riusciti a partire da Delhi ieri sera e hanno raggiunto Malpensa nella prima mattinata di oggi. A Jaipur la situazione del medico di Codogno italiano ricoverato e’ stazionaria. Stamattina le autorita’ di Pune hanno confermato l’esito positivo del test della sua compagna.

L’Ambasciata ha agevolato, attraverso l’attivazione di un canale preferenziale con Alitalia, la partenza dei connazionali che attualmente riscontrano problemi di ricezione da parte delle strutture alberghiere locali. L’Ambasciata, e la rete consolare in India, continuano a seguire l’evolversi della situazione grazie a una task force appositamente istituita.