Coronavirus, la Francia supera i 3.000 decessi: gravi effetti collaterali per alcuni farmaci usati contro il Covid-19

Nelle ultime 24 ore negli ospedali francesi sono morti 418 pazienti ricoverati con il Covid-19, il numero più alto di vittime in un solo giorno dall'inizio della crisi

MeteoWeb

Nelle ultime 24 ore negli ospedali francesi sono morti 418 pazienti ricoverati con il Covid-19, il numero più alto di vittime in un solo giorno dall’inizio della crisi. Il numero complessivo dei decessi (sempre fra le persone ricoverate) è di 3.024. Da domenica, sono state ricoverate in Francia altre 1.592 persone. Ma soprattutto, ha spiegato il direttore generale della Sanità, Jérome Salomon, 424 persone in più rispetto a ieri sono in rianimazione, dove sono ammessi a oggi 5056 pazienti. E’ il numero di questi pazienti gravi, a suo dire, il dato realmente indicativo per seguire l’evolversi dall’epidemia. I ricoverati sono in tutto 20.946, con un incremento da ieri di 1.592. I rientri a casa di pazienti guariti sono aumentati di 792 unita’ e sono ora in totale 7.923.

Non solo, anche sul fronte delle cure ci sono stati dei problemi. L’Agenzia francese del Farmaco (Ansm) ha avvertito oggi che alcuni farmaci attualmente testati contro il coronavirus, tra cui la clorochina, potrebbero causare “gravi effetti collaterali”, e che “in nesusn caso” dovrebbero essere utilizzati dai pazienti senza un attento controllo del medico. L’allarme, riferisce l’Afp, giunge dopo tre decessi potenzialmente legati alla combinazione dei farmaci in questione.

“Una trentina” di gravi effetti collaterali, “tra cui tre decessi” di pazienti con coronavirus, sono allo studio degli esperti francesi per determinare se questi eventi siano correlati o meno ai trattamenti loor somministrati: il Plaquenil, ma anche altri farmaci come il Kaletra, ha spiegato l’agenzia del farmaco francese.