Coronavirus, sesto comune chiuso in Calabria: è Serra San Bruno (Vibo Valentia)

"Ho appena emanato l'ordinanza che dispone la 'chiusura' del Comune di Serra San Bruno (Vibo Valentia), misura necessaria a seguito del numero di casi di positività al Coronavirus negli ultimi giorni"

MeteoWeb

“Ho appena emanato l’ordinanza che dispone la ‘chiusura’ del Comune di Serra San Bruno (Vibo Valentia). Una misura che si è resa necessaria a seguito del numero di casi di positività al Coronavirus registrati negli ultimi giorni”. Lo rende noto il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. E’ la sesta ordinanza di “chiusura” di un comune calabrese che Santelli ha adottato dall’inizio dell’emergenza sanitaria: gli altri cinque sono stati Montebello Jonico (Reggio Calabria), dove si è verificato il primo decesso nella regione, Cutro (Crotone), San Lucido (Cosenza), Rogliano (Cosenza), dove tra i casi positivi si registra anche quello del sindaco, Giovanni Altomare, e Santo Stefano di Rogliano (Cosenza).

Anche l’ordinanza relativa a Serra San Bruno – riferisce la Santelli – “prevede il divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutti gli individui presenti, il divieto di accesso nel territorio comunale, la sospensione delle attività degli uffici pubblici. Viene comunque garantita l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità. Potranno varcare i confini comunali gli operatori sanitari e socio-sanitari, il personale impegnato nelle attività collegate all’emergenza, gli esercenti che hanno attività consentite sul territorio e quelle strettamente strumentali ma tutti avranno l’obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale. L’ordinanza – conclude il presidente della Regione – consente il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”.