Coronavirus, una buona notizia dalla Lombardia: “Prima giornata positiva, domani inizia la sperimentazione di Avigan”

"Oggi si conferma il trend in calo, possiamo dire che è il primo giorno positivo, non è il momento per cantar vittoria ma finalmente vediamo una luce in fondo al tunnel"

MeteoWeb

“Oggi si conferma il trend in calo, possiamo dire che è il primo giorno positivo, non è il momento per cantar vittoria ma finalmente vediamo una luce in fondo al tunnel”. Lo ha detto l’assessore al Welfare Giulio Gallera, nella diretta facebook per fare il punto sulla emergenza coronavirus in Lombardia aggiungendo che è il terzo giorno di dati in calo.

“Il dato più bello” della giornata in Lombardia è il calo dei ricoveri, dato che è “il primo giorno che questo succede”.

“Non è ancora il momento di cantare vittoria né di rilassarci: è il momento in cui dobbiamo essere ancor più concentrati. Una luce in fondo al tunnel forse la vediamo“, ha aggiunto Gallera durante una diretta Facebook ha commentato i dati di un lieve calo di contagi in Lombardia. “Stiamo vedendo i frutti degli sforzi di domenica 9 o 10”, ha precisato il titolare della Salute regionale. In molti presidi c’è stata una riduzione lieve degli accessi tra sabato e domenica in pronto soccorso“, ha aggiunto. Tuttavia “non è sufficiente qualche giorno positivo per rilassarci, anzi bisogna intensificare lo sforzo perché sta producendo risultati” ha esortato infine Gallera.

Il numero dei ricoverati in Lombardia oggi è 9.266, ieri era 9.439. E’ il primo dato negativo, abbiamo -173 ricoverati, ovvero il numero dei ricoverati scende ed è finalmente inferiore rispetto al giorno precedente perché abbiamo tanti dimessi”, spiega in videoconferenza.

Continuano a migliorare i dati relativi ai nuovi casi nella provincia di Bergamo, mentre peggiorano decisamente in quella di Brescia: è questa la situazione delle due zone lombarde piuùcolpite dal coronavirus. Secondo i dati forniti dall’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, nella provincia di Bergamo ci sono 6471 positivi, con una crescita di 255 nuovi casi, mentre ieri era stata di 347 e l’altro ieri di ben 715. A Brescia invece, i positivi sono 5905, con una crescita di 588 nuovi casi, mentre ieri erano stati 289 e l’altro ieri 380. Nella provincia di Lodi, la prima colpita in Italia dal coronavirus, i contagiati sono 1817, con 45 nuovi casi, ieri erano 79 e l’altro ieri 96.

Una buona notizia è che il nuovo farmaco Avigan ora potrà essere testato grazie all’intervento dell’assessore Davide Caparini, del presidente dell’Aifa e alle sollecitazioni che abbiamo inviato a Roma per essere immediatamente sottoposto a prove ed esperimenti. Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, nel corso della conferenza stampa quotidiana per gli aggiornamenti sul Coronavirus. “La sperimentazione inizierà da domani – ha spiegato Fontana – speriamo che il farmaco sia quello giusto, che dia buoni risultati e contribuisca con noi a eliminare questo maledetto virus”.