Previsioni Meteo shock, altro che Primavera: clamorosa ondata di GELO e NEVE da Domenica sull’Italia, rischio BLIZZARD in pianura Padana

Previsioni Meteo, oggi una falsa illusione di Primavera con temperature massime fino a +25°C nel cuore della pianura Padana ma da Domenica la situazione cambierà

/
MeteoWeb

Splende il sole e fa caldo oggi in quasi tutt’Italia, con temperature che ricordano da vicino la Primavera in questi giorni bui per l’Italia colpita dall’epidemia di Coronavirus dilagante in modo particolare nelle Regioni del Nord. In realtà proprio al Centro/Nord sta facendo molto caldo, non solo oggi ma già da diversi giorni/settimane: un dato che sembrerebbe smentire le speranze di un rallentamento dell’epidemia con l’arrivo della Primavera. Già in questo drammatico mese di Marzo, infatti, nel Nord Italia ha fatto molto caldo: oggi le temperature massime hanno abbondantemente superato il muro dei venti gradi, con i picchi che riportiamo di seguito:

  • +25°C a Mantova ed Empoli
  • +24°C a Firenze, Prato e Pistoia
  • +23°C a Padova e Ferrara
  • +22°C a Milano, Torino, Brescia, Novara, Parma, Udine, Vicenza, Forlì, La Spezia, Trento, Pordenone, Conegliano, Pavia, Treviso, Sondrio, Guidonia e Caserta
  • +21°C a Roma, Bologna, Verona, Genova, Modena, Bassano del Grappa, Perugia, Pisa, Bolzano, Ravenna, Reggio Emilia, Siena, Arezzo e Frosinone
  • +20°C a Bergamo, Bressanone, Asti, Cremona, Lodi, Mestre e Latina

Sta facendo decisamente più freddo, invece, al Sud, soprattutto sulle coste del basso Adriatico (Puglia e Molise) e di Calabria e Sicilia, dove anche oggi abbiamo avuto valori di quasi 10°C inferiori rispetto alle massime della pianura Padana o delle zone interne della Toscana: appena +16°C a Bari, Pescara, Catanzaro, Termoli e Barletta, +17°C a Palermo, Catania e Reggio Calabria. Eppure proprio in queste zone la diffusione del Coronavirus è molto meno significativa: evidentemente l’epidemia segue le persone, in modo epidemiologico, in base ai collegamenti e alle relazioni personali, a prescindere dalle condizioni meteo.

neve vieste burian PizzomunnoVista in quest’ottica, non deve preoccupare l’evoluzione meteorologica dei prossimi giorni: tutti i modelli, infatti, sono ormai concordi nell’indicare un intenso colpo di coda dell’Inverno a partire da Domenica 22 Marzo sull’Italia (vedi mappe nella gallery scorrevole a corredo dell’articolo). Si potrebbe rivelare addirittura l’ondata di freddo e neve più significativa di tutta la stagione, con blizzard in pianura Padana (dove si potrebbero imbiancare molte località) ma anche nelle Regioni Adriatiche, fin sulle coste (la neve potrebbe cadere in Romagna, ma anche sul litorale marchigiano fino ad Ancona e forse persino in Abruzzo). Alla faccia dell’Equinozio di Primavera, che scoccherà la prossima notte.

A preoccupare, oltre al freddo in sè fuori stagione, è il crollo termico: le temperature potrebbero bruscamente precipitare verso il basso con un calo di oltre 20°C in poche ore, determinando violenti temporali di neve e fenomeni meteorologici particolarmente estremi. Ne parleremo in modo più specifico e dettagliato nei prossimi aggiornamenti, intanto per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: