Coronavirus, arriva la conferma della scienza: i guariti non si riammalano

Chi ha sconfitto Covid-19 rischia di ammalarsi di nuovo? A rispondere a un quesito che arrovella gli scienziati è uno studio pubblicato su 'Science' dai ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center

MeteoWeb

Chi ha sconfitto Covid-19 rischia di ammalarsi di nuovo? E’ una domanda alla quale in molti hanno cercato di fare chiarezza, e adesso arriva la conferma dalla scienza: i guariti non si riammalano.  A dare una risposta concreta sono stati gli scienziati è uno studio pubblicato su ‘Science‘ dai ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center, autori anche di una ricerca su 6 candidati vaccini sperimentati con successo nei macachi.

“Nel nostro studio dimostriamo che l’infezione da Sars-CoV-2 protegge da una nuova malattia in caso di ri-esposizione”, spiega Dan H. Barouch, direttore del Center for Virology and Vaccine Research presso il Beth Israel Deaconess Medical Center. Il team ha dimostrato che i macachi guariti da Covid-19 hanno sviluppato un’immunità protettiva naturale contro la reinfezione. “Le persone che guariscono da numerose infezioni virali sviluppano in genere anticorpi che forniscono loro una protezione contro la ri-esposizione, ma non tutti i virus generano questa immunità protettiva naturale”, ricorda Barouch, che è anche professore di medicina presso l’Harvard Medical School. Dopo aver esposto nove macachi adulti al virus, i ricercatori hanno monitorato i livelli virali via via che gli animali si riprendevano.

Tutti e nove sono guariti e hanno sviluppato anticorpi contro il virus. Più di un mese dopo l’infezione iniziale, il team ha esposto nuovamente le scimmie al virus. Alla seconda esposizione, gli animali hanno dimostrato una protezione quasi completa contro Sars-Cov-2. “Saranno necessarie ulteriori ricerche per rispondere a tutte le importanti domande sulla durata della protezione” contro il virus, conclude lo studioso senza però celare il suo ottimismo.