Coronavirus, la Lombardia verso la fase 2: obbligo di mascherine e guanti sui mezzi pubblici

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato due nuove ordinanze che stabiliscono specifiche indicazioni per la 'fase2' del coronavirus

MeteoWeb

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato due nuove ordinanze che stabiliscono specifiche indicazioni per la ‘fase2’ del coronavirus e per il trasporto pubblico locale valide dal 4 maggio ad integrazione delle norme nazionali previste dal Dpcm del 26 aprile.

Nella prima ordinanza è confermato l’obbligo dell’uso delle mascherine o di altri indumenti utili a coprire naso e bocca e vengono emanate disposizioni specifiche per i mercati all’aperto e per il commercio al dettaglio.

La seconda ordinanza, relativa al Trasporto Pubblico Locale, prevede a bordo dei mezzi di trasporto pubblico l’obbligo di utilizzo di guanti e mascherine. E’ cura del passeggero procurarsi guanti e mascherine e indossarli correttamente dal momento in cui entra in stazione, sosta alle fermate o banchine, si accoda per salire sui mezzi, al momento in cui si allontana. I sedili da non utilizzare sono contrassegnati da segnali ben visibili.

Igienizzazione, sanificazione e disinfezione dei mezzi, infrastrutture e stazioni vengono effettuate almeno una volta al giorno. Gli ascensori della metropolitana e delle stazioni ferroviarie sono destinati in via prioritaria alle persone a ridotta mobilità. E’ sempre consentito il trasporto di monopattini, biciclette pieghevoli e altri dispositivi di micromobilità elettrica.

Le nuove misure di sicurezza previste dall’ordinanza regionale si applicano su tutti i servizi di trasporto pubblico (treni regionali, metropolitane, autobus, filobus, tram, funivie e servizio di navigazione sul lago di Iseo) e non di linea (taxi e Ncc) e hanno validità per tutti i passeggeri e gli operatori di trasporto del territorio regionale.