Coronavirus, l’idrossiclorochina aumenta la mortalità: l’Oms sospende i test

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha annunciato la decisione di sospendere i test sull'uso della idrossiclorochina per il trattamento del Covid-19, manifestando preoccupazione per la sicurezza

MeteoWeb

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha annunciato la decisione di sospendere i test sull’uso della idrossiclorochina per il trattamento del Covid-19, manifestando preoccupazione per la sicurezza.

“Al via una revisione dei dati del braccio di pazienti trattati con idrossiclorochina e clorochina nello studio ‘Solidarity’ dopo i risultati di uno studio pubblicato su Lancet venerdì”, che ha rilevato “un più alto tasso di mortalità fra i pazienti” trattati con questi medicinali. Ad annunciarlo è stato il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, in conferenza stampa a Ginevra, spiegando che il gruppo esecutivo dell’Oms si è incontrato sabato scorso e ha deciso di “interrompere momentaneamente” la sperimentazione nel gruppo “in trattamento con idrossiclorochina e clorochina nello studio Solidarity“. Gli altri gruppi del trial “che sta valutando 4 farmaci, andranno avanti”.

Lo studio è stato invece giudicato “confuso” dall’infettivologo francese Didier Raoult, tra i pionieri nell’uso della idrossiclorochina, che ha affermato di voler continuare con questo metodo nell’ospedale per le malattie infettive di Marsiglia dove lavora.

“Dall’Oms arriverà un aggiornamento quanto prima sulla situazione. Questa preoccupazione – ha aggiunto – riguarda l’uso dell’idrossiclorochina e della clorochina contro Covid-19. Desidero ribadire che questi farmaci sono generalmente considerati sicuri per l’uso in pazienti con malattie autoimmuni o malaria”, ha detto il dg dell’Oms.