Coronavirus, promettenti 2 anticorpi da paziente guarito: lo studio su Science

In attesa del vaccino tutto il mondo scommette sugli anticorpi neutralizzanti per battere Covid-19

MeteoWeb

In attesa del vaccino tutto il mondo scommette sugli anticorpi neutralizzanti per battere Covid-19. Gli scienziati cinesi della Capital Medical University di Pechino spiegano su ‘Science’ di aver identificato una coppia di anticorpi neutralizzanti – isolati da un paziente guarito da Covid-19 – che si legano alla proteina Spike, bloccando la capacità di questo ‘arpione’ di legarsi al recettore Ace2 umano per far entrare il virus nelle cellule.

I test preliminari sui due anticorpi, condotti in un modello murino, hanno portato a una riduzione dei titoli virali, suggerendo ai ricercatori cinesi che gli anticorpi possono offrire benefici terapeutici, oltre a essere utili per la progettazione di terapie e candidati vaccini per combattere Covid-19.

Il team di Yan Wu ha scoperto che gli anticorpi, chiamati B38 e H4, possono legarsi simultaneamente ad epitopi diversi sul recettore della Spike, in modo da avere insieme un effetto neutralizzante più forte che da soli; una previsione supportata da esperimenti in vitro. Gli autori suggeriscono dunque che un “cocktail” contenente entrambi gli anticorpi potrebbe fornire benefici terapeutici ai pazienti, mentre le nuove informazioni ottenute grazie allo studio potrebbero aiutare a sviluppare nuovi antivirali e candidati vaccini per combattere Sars-Cov-2.