Coronavirus, oggi in Italia 13 morti e 190 nuovi casi con la percentuale dei positivi sui tamponi più alta da 2 mesi. Tutti i DATI

Coronavirus, il bollettino ufficiale appena fornito dalla protezione civile e aggiornato con i dati delle ore 17 di oggi, Lunedì 20 Luglio

MeteoWeb

I dati sulla pandemia di Coronavirus forniti dalla protezione civile: nelle ultime 24 ore in Italia ci sono stati 13 morti, (8 in Lombardia, 3 in Emilia Romagna, 1 in Piemonte e 1 in Toscana), 213 guariti e 190 nuovi casi su 24.253 tamponi. Oggi è risultato positivo lo 0,78% dei test processati, la percentuale più alta degli ultimi due mesi. Alla luce dei nuovi focolai, questa settimana il numero dei nuovi casi potrebbe aumentare in modo significativo con l’aumento dei tamponi dei giorni feriali (il dato di oggi è riferito al numero di test processati ieri, che era domenica). I nuovi casi sono sempre concentrati nel cuore della pianura Padana: 56 in Lombardia, 42 in Emilia Romagna, 42 in Veneto e 12 in Liguria.

Adesso il bilancio aggiornato ad oggi in Italia è di:

  • 244.624 casi totali
  • 35.058 morti
  • 197.162 guariti

Anche oggi i nuovi casi sono tutti asintomatici e le strutture ospedaliere continuano a svuotarsi. Il numero dei pazienti attualmente positivi al Covid-19 è di 12.404 soggetti. Si è ridotto ulteriormente il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva (-2). I casi attualmente positivi sono così suddivisi:

  • 745 ricoverati in ospedale (6,0%)
  • 47 ricoverati in terapia intensiva (0,4%)
  • 11.612 in isolamento domiciliare (93,6%)

Soltanto in 7 Regioni abbiamo ancora pazienti ricoverati in terapia intensiva: sono 21 in Lombardia, 9 nel Lazio, 6 in Emilia Romagna, 6 in Piemonte, 2 in Veneto, 2 in Sicilia e 1 nelle Marche.

Ecco il grafico con l’andamento del dato dei nuovi contagi giornalieri in Italia dal 26 Febbraio:

La tabella con tutti i dati Regione per Regione:

Coronavirus, la Svezia ha vinto: contagio e decessi azzerati grazie a clima, immunità di gregge e distanziamento sociale

Coronavirus, i raggi ultravioletti lo uccidono in pochi secondi: dimostrata anche l’influenza del clima sulla pandemia