Spazio: qual è il luogo migliore per osservare il cosmo?

"I migliori osservatori astronomici esistenti si trovano ad altitudini medie o alte, come quelli in Cile o nelle Hawaii, in cui il raggio di osservazione è compreso tra 0,6 e 0,8 secondi d'arco"

MeteoWeb

Qual è la migliore vista del cielo notturno? Secondo alcuni esperti il cielo è ammirabile dal Dome A, o Dome Argus, la massima elevazione dell’Altopiano Antartico. A sostenerlo un articolo pubblicato sulla rivista Nature dagli astronomi dell’Accademia cinese delle scienze di Pechino, in Cina, che hanno valutato la difficoltà di osservare gli effetti della turbolenza atmosferica sulla qualità dell’immagine astronomica.

“Questa turbolenza- spiega Bin Ma dell’Accademia cinese delle scienze – rende brillanti le stelle. I migliori osservatori astronomici esistenti si trovano ad altitudini medie o alte, come quelli in Cile o nelle Hawaii, in cui il raggio di osservazione è compreso tra 0,6 e 0,8 secondi d’arco”.

Il secondo d’arco rappresenta l’unità di misura degli angoli, ed è molto utile in astronomia per lavorare con valori estremamente ridotti: un arco secondo equivale ad uno spostamento laterale in posizione di 0,4318 millimetri visto da 100 metri. “L’Antartico – continua l’esperto – possiede il potenziale per una migliore visione, le nostre misurazioni effettuate dal Dome A riportavano una visione notturna a un’altezza di otto metri di 0,31 secondi d’arco, con il minimo rilevato di 0,13 secondi d’arco“. Gli autori ipotizzano che un telescopio sul Dome A potrebbe migliorare le osservazioni notturne del 10-12%.