Coronavirus, le dichiarazioni shock del dott. Petrella: “I medici raccontano cazzate, le mascherine causano il cancro” [VIDEO]

"Essendo la mascherina un presidio medico chirurgico non la si può imporre" e inoltre "causa il cancro"

MeteoWeb

Il dottor Roberto Petrella, ginecologo di Teramo, è ormai da mesi diventato virale sui social. Sul Coronavirus, e in particolare sul vaccino anti Covid ha idee molto forti e non in linea con quanto da mesi sostenuto dal governo e dagli esperti ‘ufficiali’. Raccontare una verità differente non è più così inusuale: nel corso degli ultimi mesi sono stati numerosi i medici che hanno deciso di esporsi in prima persona, parlando di un altro modo possibile per affrontare l’emergenza che sta attanagliando l’Italia, e il mondo intero, ormai da dicembre.

Il dottor Roberto Petrella, che a onor del vero lo scorso anno è stato radiato dall’Ordine dei Medici all’età di 73 anni, mentre era già in pensione, è ormai uno dei ‘dissidenti’ più noti. La sua radiazione dell’ordine, lo scorso anno, era giunta a causa della sua posizione contraria alla vaccinazione contro l’Hpv (papilloma virus), ritenuta da Petrella inutile e dannosa. A fronte di questo, però, è necessario sottolineare che Petrella ha svolto la professione medica per decenni.

Tra le altre cose l’ex ginecologo ha specificato che “medici e virologi ogni giorno vanno in televisione a raccontare cazzate e bugie per creare panico. È ora di mandare a casa tutti questi signori e consulenti pagati profumatamente che ci hanno tenuti chiusi in galera. Non ce la facciamo più“. Perché, si chiede Petrella, ci sono sempre gli stessi esperti in televisione e qual è il motivo per cui medici e scienziati come Giulio Tarro e Pasquale Mario Bacco non vengono mai invitati a dare il loro punto di vista.

Coronavirus, intervista a Pasquale Mario Bacco: “il contagio dipende solo dal clima”. Ecco perche? il Sud si e? salvato e il Governo ha sbagliato strategia

Roberto Petrella, inoltre, ha inoltrato una lettera alla Regione Abruzzo: Io mi vergogno di essere stato rappresentato, in questa emergenza sanitaria, da medici in televisione che hanno detto stronzate e creato ansia. Qui può venire fuori una rivoluzione, ha precisato. Inoltre, rivolto alle forze dell’ordine, ha inveito: “Con quale coscienza fate una multa da 500 euro alla povera gente!“. Sui dispositivi anti contagio, poi, la su posizione è ancora più estrema: “La mascherina, oltre a creare le complicanze ormai note, predispone al cancro. Ma il fatto più grave è che voi state programmando di obbligare i bambini a metterle a scuola. Non intendo utilizzare la suddetta mascherina, perlomeno negli spazi aperti e con sufficiente distanziamento dalle altre persone. Essendo la mascherina un presidio medico chirurgico non la si può imporre, pena violazione dell’articolo 32 della Costituzione e della Convenzione di Oviedo sottoscritta dall’Italia“. E sempre in merito alla mascherina, ha precisato: “Limita l’atto fisiologico, primario ed essenziale per la vita, ovvero la respirazione. La mancanza di una libera e sana respirazione è incompatibile con un ottimale stato di salute che rappresenta il bene primario di ciascun individuo, ben ampiamente tutelato dalla Costituzione e dalle leggi 848/55 e dalla legge 881/77“.

Ecco uno dei VIDEO pubblicato sulla pagina Facebook, ormai seguitissima, del dott. Petrella:

Il video virale del dottor Roberto Petrella sul vaccino anti Coronavirus [VIDEO]