Coronavirus, il virologo Fabrizio Pregliasco: “Le misure in Lombardia sono un primo passo, ma non basta”

"E' un primo provvedimento che dovrà essere rinforzato nel breve termine sulla base dei dati epidemiologici che vedremo e che peggioreranno, perché ancora necessita una stretta"

MeteoWeb

Un “primo passo importante“, che però “ancora non basta”. Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università degli Studi di Milano e componente del Comitato tecnico scientifico (Cts) della Lombardia per l’emergenza Covid-19, la pensa così sull’ordinanza firmata ieri dal governatore Attilio Fontana.

“E’ un primo provvedimento che dovrà essere rinforzato nel breve termine sulla base dei dati epidemiologici che vedremo e che peggioreranno, perché ancora necessita una stretta”, dichiara l’esperto all’Adnkronos Salute, facendosi portavoce di “un’opinione condivisa” all’interno del Cts regionale ed “espressa” ai vertici di Palazzo Lombardia. L’ordinanza di ieri “è una progressione, ma è necessario andare oltre“, insiste Pregliasco. “Dobbiamo mantenere scuola e lavoro, quanto più possibile – ribadisce il direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano – mentre sul resto si deve agire in maniera decisa”.