Maltempo, l’allerta meteo continua: Squall-Line verso la Puglia mentre al Nord/Est continua a diluviare. Temperature in calo dopo lo scirocco

Maltempo, il punto della situazione meteo sull'Italia: temperature in calo dopo lo scirocco, forti temporali in Calabria verso la Puglia e piogge incessanti al Nord/Est

MeteoWeb

Continua ad imperversare il maltempo sull’Italia con piogge e temporali che interessano gran parte del Paese, in un contesto di spiccata variabilità termica: lo scirocco mantiene alte le temperature su tutta la fascia Adriatica, con Trieste ancora a +15°C, Padova a +12°C, Vicenza a +11°C. Molto più freddo al Nord/ovest, dove Milano anche oggi non ha superato i +5°C di temperatura massima. La Regione più calda al momento è la Puglia dove abbiamo +18°C a Bari, Lecce, Taranto e Brindisi, ma è anche la Regione in cui il fronte freddo temporalesco deve ancora arrivare. Sta risalendo la Calabria, dove sono in atto forti piogge e le temperature sono in picchiata: a Reggio Calabria adesso ci sono +14°C in pieno giorno, dopo che durante la notte con lo scirocco la colonnina di mercurio si manteneva sui +20°C.

Anche a Roma sta piovendo in un contesto invernale: nella Capitale la temperatura è ferma a +10°C in pieno giorno, mentre ieri sera a mezzanotte c’erano addirittura +17°C come se fossimo in estate.

La situazione più critica è quella del Nord/Est, tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. Barcis, in Valcellina, ha raggiunto i 660mm di pioggia da ieri, un quantitativo pluviometrico impressionante, continua a diluviare in modo incessante. L’allarme per le piene dei corsi d’acqua è massimo. Purtroppo nelle prossime ore continuerà a piovere senza sosta, soprattutto sul Triveneto, mentre al Sud i fenomeni più intensi saranno concentrati in Puglia:

Anche i venti di scirocco continueranno a soffiare nel pomeriggio in modo impetuoso sull’Adriatico, con raffiche molto forti fin sulle coste del Veneto dove raggiungeranno i 90km/h. Forte scirocco anche in Puglia, in modo particolare nel Salento, dove la fase più brusca del peggioramento deve ancora iniziare.

Soltanto domani, Lunedì 7 Dicembre, avremo un timido e parziale miglioramento, ma al tempo stesso inizierà un nuovo peggioramento che inizierà a colpire nel pomeriggio la Sardegna, le Regioni tirreniche dalla Toscana alla Campania e l’arco alpino con nuove nevicate, stavolta a quote più basse. Tornerà la neve anche in Liguria e sui rilievi tosco/emiliani. Di seguito le pagine per monitorare la situazione in tempo reale ecco le immagini di radar, satelliti e fulminazioni in diretta: