Vaccino anti Covid, metodi di conservazione e tempi di consegna. Pfizer assicura: “anche 5 giorni in condizioni refrigerate”

Metodi di conservazione e tempi di consegna: Pfizer fa il punto sul vaccino anti-coronavirus. Può arrivare facilmente e velocemente in tutto il mondo

MeteoWeb

Nelle ultime ore si parla tanto del vaccino anti-Covid in Italia: domani si terrà un vertice sul piano vaccinazioni per capire come procedere. Sarà quello Pfizer il primo ad essere usato in Europa e gli addetti ai lavori devono fare attenzione alla sua conservazione. Sono tre i metodi di conservazione, come ha fatto sapere Pfizer all’Adnkronos: quando i punti di utilizzo ricevono un “contenitore da viaggio termico con il nostro vaccino, hanno tre opzioni per la conservazione“.

Quali sono i metodi di conservazione del vaccino Pfizer?

Il vaccino può essere conservato in frigo per 5 giorni. Fra le possiblità ci sono super-congelatori “a bassissima temperatura, ora disponibili in commercio e che possono prolungare la durata di conservazione fino a 6 mesi. Ma il vaccino può essere conservato anche per 5 giorni in condizioni refrigerate a 2-8°C (le unità di refrigerazione sono molto spesso disponibili negli ospedali)“.

Possono essere usati anche gli ‘shipper’, ovvero dei contenitori termici in cui arrivano direttamente le dosi Pfizer “che possono essere utilizzati come unità di stoccaggio temporaneo riempiendoli con ghiaccio secco ogni 5 giorni per un massimo di 30 giorni. Questi contenitori possono mantenere la temperatura per 10 giorni senza essere aperti“. In questo modo il vaccino può arrivare in tutte le parti del mondo. L’azienda ha tenuto a precisare che una volta aperti, se utilizzati come deposito temporaneo, possono essere usati per 30 giorni, con l’aggiunta di ghiaccio secco ogni 5 giorni.

La distribuzione del vaccino “si basa su un sistema flessibile just-in-time, in grado di spedire rapidamente le fiale congelate ai punti di vaccinazione designati al momento del bisogno, riducendo al minimo la necessità di conservazione a lungo termine“. La vaccinazione in una situazione di pandemia “dovrebbe essere rapida e non ci aspettiamo che il prodotto debba essere conservato per più di 30 giorni“, hanno aggiunto da Pfizer.

Le aziende sviluppatrici del vaccino hanno messo a punto ‘caricatori’ appositamente progettati a temperatura controllata per il vaccino che possono mantenere le condizioni di conservazione raccomandate a lungo con ghiaccio secco. Il contenitore può mantenere la temperatura per 10 giorni in modo tale da essere trasportato in tutto il mondo senza problematiche. Ogni contenitore ha un sensore termico con Gps per monitorare la posizione e la temperatura di ciascusa spedizione di vaccini 24 ore al giorno, ogni giorno. ù

Cosa prevede il programma di immunizzazione?

Vi sarà una somministrazione di due dosi di vaccino a 21 giorni di distanza

Quali sono i tempi di consegna del vaccino?

Pfizer ha assicurato che il vaccino sarà consegnato entro 3 giorni dalla spedizione: “saranno  utilizzati mezzi di trasporto via terra e via aerea per consegnare” le fiale “direttamente ai punti di utilizzo entro 3 giorni dalla partenza della spedizione dagli stabilimenti“.