Previsioni Meteo, prospettive di maltempo anche per fine mese: la primavera continua fredda e perturbata

Previsioni meteo: l'alta pressione potrebbe non riuscire a portarsi sul Mediterraneo centrale e sull'Italia per tutto il mese in corso, con molte regioni italiane esposte ancora ai flussi instabili. Le ultimissime per fine Aprile

MeteoWeb

Abbiamo ampiamente rilevato, nei nostri approfondimenti in questi giorni,  condizioni meteo all’insegna di una insistente instabilità sull’Italia per diversi giorni ancora, a causa dell’isolamento di una circolazione instabile alle quote medie atmosferiche sull’Europa centro-meridionale e sul Mediterraneo centrale. Le previsioni meteo computano un rischio di nubi e piogge piuttosto protratto, magari fenomeni non uniformemente distribuiti e anche irregolari, tuttavia presenti un po’ tutti i giorni in quelli prossimi, almeno per una settimana circa e, in qualche fase, magari anche di buona intensità, in particolare sulle aree centro-meridionali.  Ma, volgendo lo sguardo un po’ più a lungo, ossia sul finale del mese, quindi più o meno verso l’ultima settimana, non si scorgono grossi cambiamenti nella circolazione in grado di apportare un miglioramento vistoso, magari all’insegna di un clima più propriamente primaverile e stabile.

Potrebbe configurarsi una breve fase all’insegna di qualche giornata più stabile intorno al 23/25 del mese, quando il CUT-OFF depressionario in azione sul Mediterraneo centrale nei giorni precedenti, potrebbe via via essere assorbito dal flusso instabile nordatlantico, quindi allontanarsi verso l’Est Europa e permettere un temporaneo recupero anticiclonico ad Ovest.  Tuttavia, sulla base degli ultimi aggiornamenti modellistici, si tratterebbe di un’alta pressione effimera, poiché dal Nord Est Europa potrebbe tornare a incidere una circolazione instabile relativamente fredda verso l’Europa centrale e con influenza, attraverso correnti di ritorno occidentali, anche verso il nostro bacino e l’Italia. In questa fase, secondo le previsioni meteo, le regioni più  interessate da possibile instabilità sarebbero soprattutto quelle settentrionali e diffusamente quelle centrali, in particolare le aree tirreniche; più a margine dell’azione instabile o anche con tempo asciutto, le aree del medio-basso Adriatico e quelle meridionali in genere. Il quadro termico vedrebbe temperature della norma al Centro Nord, temporaneamente anche sotto norma, soprattutto sulle regioni settentrionali; valori un po’ sopra norma, invece, al Sud e sulla Sicilia.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: