Vaccino AstraZeneca: il Belgio lo sospende per gli under 55, la Corea del Sud per gli under 60

Alcuni Paesi stanno decidendo di sospendere la somministrazione del vaccino AstraZeneca dopo la valutazione dell'EMA: le decisioni di Belgio e Corea del Sud

MeteoWeb

Dopo la nuova valutazione dell’EMA in cui è stato trovato un possibile legame tra il vaccino AstraZeneca e i casi di insoliti coaguli di sangue, alcuni Paesi stanno decidendo di sospendere la somministrazione del siero anglo-svedese per determinate fasce della popolazione.

Il Ministero della Salute del Belgio ha deciso di non somministrare più il vaccino di AstraZeneca alle persone che hanno un’età inferiore ai 55 anni. Il Ministro della Salute Frank Vandenbroucke ha parlato di sospensione temporanea ”per le prossime quattro settimane. Poi vedremo”, nella ”speranza di avere un’analisi migliore da parte dell’Unione Europea sul vaccino AstraZeneca per le diverse età”. “Questo cambia molto poco nell’attuale campagna di vaccinazione, che continuerà senza sosta”, ha detto Vandenbroucke a Vrt News. ”Attualmente ci stiamo concentrando sugli over 65 e sulle persone che hanno determinate malattie. Anche queste sono prevalentemente persone anziane”, ha aggiunto.

La Corea del Sud, invece, sospendera’ temporaneamente la somministrazione del vaccino di AstraZeneca alle persone sotto i 60 anni. Seul allo stesso tempo ha approvato il vaccino Johnson & Johnson.

Astrazeneca: cosa accadrà ora in Italia? Cambia la fascia di età consigliata

Vaccino AstraZeneca, EMA: “Trovato possibile legame con casi di coaguli del sangue insoliti, chi ha sintomi dopo somministrazione vada subito dal medico”