“Anche l’Etna piange la scomparsa del Maestro”, quella di oggi sarà ricordata come la “Fontana di Franco Battiato”

Oggi una nuova fontana di lava dell’Etna ha salutato il primo giorno senza uno dei più grandi artisti contemporanei, Franco Battiato

Si è spento ieri, all’età di 76 anni, Franco Battiato, cantautore, compositore, musicista, regista e pittore: soffriva da tempo di una malattia che lo aveva costretto a ritirarsi dalla scena pubblica e interrompere le pubblicazioni.
Oggi una nuova fontana di lava dell’Etna saluta il primo giorno senza uno dei più grandi artisti contemporanei,” hanno scritto in un post pubblicato sul blog INGVvulcani i vulcanologi Alessandro Bonforte ed Eugenio Privitera, in commosso ricordo del Maestro, che non ha mai amato la vita mondana, preferendo il suo eremo siciliano di Milo, alle pendici dell’Etna. “Da amanti della bellezza in tutti i suoi aspetti, della creatività della Natura e della sua perfezione, non possiamo che essere toccati dalla mancanza di una figura, quella del Maestro Franco Battiato, che aveva fatto della conoscenza e della cultura la sua principale fonte di ispirazione. E così vogliamo pensare che anche la mamma di tutto il popolo etneo, la nostra montagna viva che ci accudisce e ci bastona tutti, abbia voluto piangere oggi uno dei suoi figli più vulcanici con questa fontana di lava all’alba che illumina il primo giorno buio. Per noi, e speriamo per tutti, questa del 19 maggio 2021 resterà la “Fontana di Franco Battiato”. Ciao Maestro“.

E’ morto Franco Battiato: aveva 76 anni, soffriva da tempo di una malattia che lo aveva costretto a ritirarsi dalla scena

Il mistero sulla malattia di Franco Battiato: cosa gli è accaduto davvero in questi anni? E perché tanto riserbo?

Franco Battiato, esiste un brano inedito registrato: pubblicati alcuni stralci di “Io, non sono più io”