Coronavirus: 34enne savonese con trombosi in terapia intensiva, pochi giorni fa era stata vaccinata con il siero AstraZeneca

Coronavirus: 34enne savonese ricoverata ieri dopo essersi sentita male, era stata vaccinata il 27 maggio con il siero AstraZeneca

La paziente 34enne savonese ricoverata ieri sera dopo essersi sentita male sul posto di lavoro è stata sottoposta nel corso della notte a fibrinolisi di alcuni trombi presenti nella parte venosa del circolo epatico con buoni risultati. Attualmente la paziente è ricoverata in terapia intensiva in respiro spontaneo“: è quanto ha comunicato la direzione dell’ospedale Policlinico San Martino di Genova, in merito a una donna che era stata vaccinata il 27 maggio – come riferito dalla Regione Liguria – con il siero AstraZeneca. La paziente, è stato precisato, “è in terapia anticoagulante e verrà sottoposta a precauzionali indagini angiografiche del circolo cerebrale. Permanendo la situazione di basso livello ematico di piastrine nel sangue, la paziente necessita di monitoraggio presso la terapia intensiva“.

Vaccini AstraZeneca e J&J, esperta: “Per i giovani più rischi che benefici, forse continuano ad utilizzarli perché vogliono finire le dosi”

“Non vaccinate i giovani con Astrazeneca e Johnson, troppi rischi”: l’appello di scienziati e medici al governo

Vaccini AstraZeneca e J&J, immunologa spiega perché è “sbagliato proporli ai giovani, specialmente alle donne”