Clima, Onu: “la crisi pandemica ha fatto ben poco, nel 2020 temperatura globale di 1,2°C superiore ai livelli preindustriali”

La crisi del 2020 dovuta alla pandemia da SARS-CoV-2 "ha fatto ben poco per rallentare la crisi climatica", si legge nel Rapporto Onu 2021 sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile

MeteoWeb

La crisi del 2020 dovuta alla pandemia da SARS-CoV-2 “ha fatto ben poco per rallentare la crisi climatica. Le concentrazioni dei principali gas serra hanno continuato ad aumentare, mentre la temperatura media globale è stata di circa 1,2°C al di sopra dei livelli preindustriali, pericolosamente vicina al limite di 1,5°C stabilito dall’Accordo di Parigi“. E’ quanto si legge nel Rapporto Onu 2021 sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile, che sottolinea l’arretramento nel percorso di raggiungimento degli Obiettivi, rispetto agli anni precedenti, provocato dalla pandemia.

Potrebbe interessarti anche:

L’utopia occidentale delle emissioni zero: lo sviluppo dell’umanità resterà basato su petrolio e gas ancora a lungo

Il Prof. Scafetta: “il clima della Terra segue dei cicli naturali, i modelli dell’IPCC non sono validati scientificamente e non sono affidabili per le previsioni”

Il Prof. Prestininzi smonta l’allarmismo sui cambiamenti climatici: “da 40 anni si parla di catastrofe imminente, ma la verità è un’altra”