Green Pass dal 5 agosto in bar e ristoranti ma solo nei tavoli al chiuso. No all’aperto o al bancone

Green Pass, i lavori della cabina di regia in diretta: il nodo di bar e ristoranti, il certificato sarà richiesto solo per sedersi nei tavoli al chiuso

MeteoWeb

Il green pass in Italia verrà richiesto a partire dal 5 agosto anche nei bar, ristoranti e pizzerie ma dovrà essere esibito soltanto se ci si siede nei tavoli al chiuso, quindi se la consumazione avverrà all’interno del locale. Non servirà nessun green pass, invece, se ci si siede all’aperto né tantomeno al bancone. L’indiscrezione arriva dalla cabina di regia col premier Mario Draghi in corso a Palazzo Chigi. La cabina di regia si è riunita poco dopo le 15:10 e i lavori sono ancora in corso. Successivamente il premier incontrerà il ministro per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini e i presidenti di regione, i capidelegazione dei partiti di maggioranza e infine porterà il decreto in Consiglio dei Ministri. In serata, dopo l’approvazione, spiegherà tutti i dettagli in un’apposita conferenza stampa (in cui i giornalisti, per entrare, non potranno usare il green pass ma dovranno fare tampone anche se già vaccinati).

L’uso del green pass per accedere ai mezzi di trasporto (treni, aerei, traghetti e autobus) sarà nel dl anti-Covid che il governo dovrebbe varare nel pomeriggio, “ma dovrà essere affrontato a stretto giro“. Questa la premessa che è stata fatta nel corso della cabina di regia che, prima del Cdm, ha delineato il quadro delle misure. Nel dl non ci sarà nemmeno l’obbligo di vaccinazione per i docenti e i dipendenti della scuola.

Il green pass sarà obbligatorio per i grandi eventi e per entrare a teatro, al cinema, nei musei e in palestra, mentre le discoteche rimarranno chiuse in tutt’Italia.

Soddisfatti per alcune nostre richieste accolte: nessun divieto per i viaggi su treni, aerei e autobus, nessun obbligo per lavoratori, giovani e studenti, rinvio a settembre di eventuali restrizioni“. E’ quanto sottolineano fonti della Lega in merito a quanto sarebbe emerso durante la riunione della cabina di regia, che si è riunita a palazzo Chigi, sul Green pass. “In Cdm – continuano le fonti – i ministri della Lega chiederanno (come chiesto dalle Regioni) di tenere al 20 per cento il tetto delle terapie intensive (che oggi sono occupate in media al per cento) per il cambio di fascia, l’esclusione dei ristoranti e dei bar dall’obbligo di utilizzo del lasciapassare, la riapertura immediata (anche col pass) delle discoteche e la gratuità dei tamponi per chiunque sia sprovvisto del pass. Salvare vite e posti di lavoro allo stesso tempo, senza multe e costrizioni, è il nostro obiettivo“.

Green Pass: cos’è, come funziona e come ottenerlo