Reggio Calabria, due giovani morti in 24 ore per improvviso malore dopo il vaccino. I medici: “Nessuna correlazione”

Doppia tragedia a Reggio Calabria: due ragazzi di 35 e 41 anni sono morti nell'arco di 24 ore entrambi per un improvviso aneurisma cerebrale. Si erano sottoposti alla seconda dose del vaccino anti-Covid da pochi giorni

MeteoWeb

Doppia tragedia a Reggio Calabria, dove in meno di 24 ore tra ieri mattina e stanotte sono morti due ragazzi molto conosciuti in città per un improvviso malore: si tratta di Diego Laurendi, 35 anni, imprenditore e titolare del noto Gran Caffè situato sul Lungomare, e Angelo Tedesco, 41 anni, responsabile amministrativo di System House, storica azienda informatica calabrese. Entrambi i ragazzi sono stati stroncati da un aneurisma cerebrale, ed entrambi si erano sottoposti da pochi giorni alla seconda dose della vaccinazione anti-Covid.

I medici del GOM (Grande Ospedale Metropolitano) di Reggio Calabria escludono ogni tipo di correlazione con il vaccino, tanto che non hanno ritenuto di fare la segnalazione all’AIFA per approfondire i casi, precisando che “a differenza delle trombosi, l’aneurisma non è uno degli eventi avversi attesi per i vaccini“. Ma in base ai dati forniti dalla fondazione Veronesi sull’incidenza degli aneurismi cerebrali sulla popolazione, in una città degli abitanti di Reggio Calabria sono attesi 5 morti l’anno per questa patologia, in prevalenza tra le donne con un’età compresa tra 50 e 59 anni. L’improvvisa morte di due ragazzi in piena salute, decisamente più giovani, entrambi di sesso maschile e nell’arco di 24 ore, dovrebbe suscitare almeno lo spunto per un approfondimento.

La città è sotto shock, anche perchè entrambi i ragazzi avevano una grande vita sociale, erano molto noti e conosciuti, lavoravano a stretto contatto con il pubblico uno, e in una grande azienda con migliaia di dipendenti l’altro. Ad esprimere cordoglio e vicinanza anche il Sindaco Giuseppe Falcomatà, il deputato Francesco Cannizzaro e tanti esponenti del mondo politico, associativo e imprenditoriale della città.