Nawshad Ataul Quaiyumed, il miglior pilota del Bangladesh muore in volo dopo il vaccino: così ha salvato i 124 passeggeri

Nawshad Ataul Quaiyumed, il dramma del pilota bengalese deceduto in volo dopo il vaccino anti Covid

MeteoWeb

Il capitano Nawshad Ataul Quaiyumed, 44 anni, sposato con tre figli, era considerato il miglior pilota del Bangladesh: appassionato di aeronautica fin da bambino, guidava aerei per la Biman Bangladesh Airlines dal 2002 ed era molto noto nel Paese per aver pilotato in condizioni estreme molti mezzi salvando la vita a centinaia di persone.

Il pilota è deceduto ieri mattina al Kingsway Hospital di Nagpur, in India, dov’era stato ricoverato in condizioni critiche dopo l’ennesimo salvataggio aereo venerdì 27 agosto quando è riuscito a portare a terra in sicurezza il suo ultimo volo, un Biman BG-022 partito da Mascate, in Oman, e diretto a Dacca con 124 passeggeri a bordo. Sorvolando l’India, Nawshad Ataul Quaiyumed ha accusato un improvviso malore. Si è accorto del problema ed è riuscito a pilotare il volo nella prima pista disponibile prima dell’arresto cardiaco fatale. Giunto in ospedale, una TAC ha rivelato un’emorragia cerebrale. Il capitano aveva ricevuto pochi giorni prima del volo la seconda dose del vaccino Pfizer.

Il Bangladesh lo sta celebrando come un eroe, non solo per le sue doti tecniche ma anche umane. Amici, colleghi e parenti lo ricordano come una “persona speciale“, che godeva di un’ottima reputazione, e adesso lascia un vuoto profondo nel Paese. La salma è attesa a Dacca nei prossimi giorni, dove verrà accolta dalle massime autorità del Paese.

Nawshad Ataul Quaiyumed

Nawshad Ataul Quaiyumed

Nawshad Ataul Quaiyumed