Maxi incendio ad Airola: i valori degli inquinanti restano bassi grazie al vento

Incendio ad Airola, il forte vento favorisce la dispersione delle sostanze inquinanti ma già da stasera, la ventilazione andrà attenuandosi

MeteoWeb

Restano bassi i valori delle concentrazioni dei vari inquinanti monitorati dall’Arpac nel territorio interessato dall’incendio divampato ieri pomeriggio nell’area industriale di Airola (Benevento). “Il quadro meteorologico – fa sapere l’Arpac – continua ad essere caratterizzato da una sostenuta ventilazione di grecale che favorisce la dispersione delle sostanze inquinanti. In corrispondenza di ciò, le stazioni di monitoraggio della rete regionale di qualità dell’aria registrano valori molto bassi delle concentrazioni dei vari inquinanti monitorati, senza alcun superamento dei limiti di legge. Nel corso della serata e della giornata di domani, la ventilazione andrà incontro ad una progressiva attenuazione, disponendosi dai quadranti settentrionali, con condizioni che saranno meno favorevoli alla dispersione degli inquinanti”.

Per un esame relativo al territorio più immediatamente esposto, Arpac ha installato oggi nei pressi del sito colpito dalle fiamme un laboratorio mobile che monitorerà le concentrazioni orarie di benzene, toluene, xilene, CO, NO, NO2, NOx, ozono, Pm10 e Pm2.5. Ciò permetterà di valutare lo stato della qualità dell’aria nel periodo successivo all’incendio.

Il vento sulle coste della regione oggi ha superato i 100km/h: a Pozzuoli, un albero è crollato nel cortile di una scuola.