La stazione spaziale cinese Tiangong al servizio della scienza: fungerà da laboratorio versatile

A seguito dell'entrata in funzione della stazione spaziale, saranno condotte anche ricerche scientifiche su larga scala per promuovere scoperte nei principali campi d'avanguardia

MeteoWeb

Domani avverra’ il lancio di 3 astronauti cinesi diretti verso Tiangong, la stazione spaziale del Paese. La missione Shenzhou-14, che durerà 6 mesi, segna la fase finale della costruzione della stazione spaziale, progettata per essere un laboratorio spaziale versatile. Tiangong e’ in grado di ospitare 25 cabine per esperimenti per l’esplorazione scientifica, secondo quanto annunciato oggi dalla China Manned Space Agency (Cmsa).

Lin Xiqiang, vicedirettore dell’agenzia, ha dichiarato in conferenza stampa: “ogni cabina e’ un laboratorio spaziale di piccole dimensioni, in grado di supportare la ricerca, sia essa su una singola materia o interdisciplinare, negli esperimenti scientifici spaziali”. Il funzionario ha aggiunto inoltre che durante la fase di costruzione della stazione spaziale, sono stati pianificati quasi 100 progetti di ricerca sperimentale.

Il modulo di laboratorio Wentian sara’ lanciato a luglio, mentre il modulo di laboratorio Mengtian sara’ lanciato a ottobre. Secondo Lin, le cabine per esperimenti installate su Wentian sono in grado di supportare osservazioni sulla vita e l’ecologia, la biotecnologia e la ricerca scientifica a gravita’ variabile. Le strutture possono essere utilizzate anche per la ricerca sui meccanismi di risposta alla crescita, allo sviluppo, all’ereditarieta’ e all’invecchiamento di piante, animali e microrganismi, nonche’ per la ricerca sugli ecosistemi chiusi. All’interno di Wentian, gli astronauti possono condurre esperimenti biologici a piu’ livelli su molecole, cellule, tessuti e organi utilizzando diversi metodi di rilevamento online, come la luce visibile, la fluorescenza o l’imaging al microscopio. Wentian e’ inoltre in grado di fornire un ambiente di simulazione a gravita’ variabile per supportare lo studio comparativo del meccanismo di crescita biologica in diverse condizioni di gravita’.

Il modulo di laboratorio Mengtian, invece, supportera’ principalmente la ricerca sulla microgravita’, con cabine per esperimenti realizzate appositamente per lo studio della fisica dei fluidi, della scienza dei materiali, della scienza della combustione e della fisica di base. Qui, ha aggiunto Lin, sono presenti anche cabine per sperimentazioni dedicate alla tecnologia spaziale. Su Mengtian sara’ installato anche un sistema spaziale di orologi atomici ‘a freddo’. Con un orologio all’idrogeno, un orologio al rubidio e un orologio ottico, la combinazione di orologi atomici ‘a freddo’ dara’ origine al sistema di tempo e frequenza di maggior precisione nello spazio. Saranno utili per la ricerca sul cosiddetto ‘spostamento verso il rosso gravitazionale’, per la misurazione delle costanti di struttura fine e per altre applicazioni.

Lin ha precisato che a seguito dell’entrata in funzione della stazione spaziale, saranno condotte anche ricerche scientifiche su larga scala per promuovere scoperte nei principali campi d’avanguardia, come la materia oscura e l’energia oscura, la formazione e l’evoluzione delle galassie, la natura dei materiali e della vita, la legge di variazione della risposta umana nello spazio e lo sviluppo sostenibile della Terra. Il vicedirettore del Cmsa ha affermato che queste consentiranno di accumulare una profonda esperienza scientifica e tecnologica per far si’ che la Cina effettui ulteriori esplorazioni spaziali con equipaggio.